Unità Servizi Territoriali per Disabili - Comune di Forlì (FC)

Struttura Organizzativa | Area Servizi alla Persona e alla Comunità | Servizio Benessere Sociale e Partecipazione | Unità Servizi Territoriali per Disabili - Comune di Forlì (FC)

Unità SERVIZI TERRITORIALI PER Disabili


Sede:  Via Leone Cobelli, 31
Tel: 0543 712127

Responsabile: Rossella Ibba - tel. 0543 712783
mail: rossella.ibba@comune.forli.fc.it

Risposta telefonica Sportello Sociale: 0543.712888 (lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.30 alle 13.30; martedì e giovedì dalle 8.30 alle 18.00)

Orario Sportello Sociale nei mesi di luglio e agosto 2021:
lunedì, martedì, mercoledì, venerdì dalle 8.30 alle 13.30: pomeriggio martedì 14.00-18.00, giovedì 15.00-18.00

Orario Sportello Sociale: lunedì, mercoledì, venerdì dalle 8.30 alle 13.30, martedì 8.30-18.00, giovedì 14.00-18.00.

CAAD
Sede:
Ospedale Morgani Pierantoni, Padiglione Allende presso l'atrio al 1° piano (piano rialzato)
Tel. 0543 731810
Orari di ricevimento: venerdì dalle 8.30 alle 12.30

Sede: Via Tina Gori, 58
Tel. 0543.712685 - Fax: 0543.712670
Orari di ricevimento: lunedì dalle 9.00 alle 12.00; martedì dalle 15.30 alle 17.30; venerdì dalle 8.30 alle 12.30


Scarica il depliant del Centro per l’Adattamento dell’Ambiente Domestico 

Guida alle agevolazioni fiscali per persone con disabilità 

L'Unità si occupa di:

  • accesso alla rete dei servizi sociali e socio-sanitari per disabili e organizzazione degli interventi di servizio sociale rivolti a persone con disabilità e alle loro famiglie;

  • presa in carico e condivisione della progettualità con la persona disabile e/o la sua famiglia; gestione integrata con l’A.Usl degli inserimenti nei centri socio-riabilitativi residenziali e diurni, nei centri socio occupazionali e residenziali a minore intensità assistenziale;
  • interventi a sostegno della domiciliarità: assistenza domiciliare assistenziale ed educativa e all'erogazione dell'assegno di cura; attività connesse ad accompagnamenti e trasporti disabili;
  • interventi di inclusione sociale per persone disabili; coordinamento di “Spazio Comune” (rete di associazioni del territorio per la disabilità);
  • azioni di sostegno all’inclusione lavorativa; partecipazione alla definizione dei Piani Educativi Individualizzati in ambito scolastico e per i percorsi di transizione scuola-lavoro; interventi nei contesti scolastici ed extrascolastici: favorire la continuità di inserimento dai Centri Educativi (6/15 anni) ai Centri di Aggregazione Giovanili (dai 16 anni) o ad altre strutture del territorio;
  • interventi domiciliari educativi e assistenziali per minori disabili;
  • gestione contributi economici a sostegno della vita autonoma delle persone con disabilità, trasporto disabili, rimborso COSAP, ecc.e contributi per l’adattamento dell’ambiente domestico di anziani e disabili artt. 9 e 10 L. 29/97 e per abbattimento barriere architettoniche, acquisto adattamento veicoli e ausili; 
  • gestione centro informazione e consulenza per l’adattamento dell’ambiente domestico di anziani e disabili e gestione delle convenzioni con Associazione Italiana Sclerosi Multipla e con Associazione Volontari Sordi


Procedimenti:

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (23 valutazioni)