Commercio in Area Privata - Comune di Forlì (FC)

Commercio e Impresa | Commercio in Area Privata - Comune di Forlì (FC)

Commercio in Area Privata

 

Per i procedimenti del commercio in area privata collegati alla piattaforma regionale Accesso unitario

 

 

Disciplina degli orari di apertura e chiusura delle attività commerciali al dettaglio in sede fissa

Il decreto legge 6/12/2011, n. 201, convertito nella legge 22/12/2011, n. 214,  noto come il decreto "Salva Italia",  ha liberalizzato totalmente la disciplina degli orari degli esercizi commerciali in sede fissa e degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande (bar e ristoranti).

 

Regolamento per la disciplina dei Dehors

Del. 19 del 08 marzo 2016, esecutiva dal 04 aprile 2016.

 

Disciplina degli orari di apertura e chiusura attività di acconciatore ed estetista 

Adeguamento della disciplina comunale degli orari di apertura e di chiusura delle attività di acconciatore ed estetista

 

Decreto legge 111 del 14/10/2019 (DL Clima)

"Misure urgenti per il rispetto degli obblighi previsti dalla direttiva 2008/50/CE sulla qualità dell'aria e proroga del termine di cui all'art. 48, commi 11 e 13, del decreto legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229"
Il decreto legge prevede l'introduzione di un contributo per l'incentivazione di prodotti sfusi o alla spina rivolto agli esercenti commerciali di vicinato e di media struttura.

 

Saldi di fine stagione


Ai sensi della delibera della  Giunta della Regione Emilia Romagna n. 674 del 15/06/2020, i  "saldi estivi"  hanno inizio a partire dal 01/08/2020 per la durata di  60 giorni e pertanto fino al 29/09/2020.
Si ricorda che in base all'art. 8, comma 1 della L.R. n. 1/2020, è sospeso in via straordinaria e con riferimento al periodo antecedente i saldi estivi 2020, il divieto  di effettuare nei 30 giorni antecedenti i periodi delle vendite di fine stagione, le vendite promozionali dei seguenti prodotti: abbigliamento, calzature, biancheria intima, accessori di  abbigliamento, pelletteria e tessuti per abbigliamento e  arredamento. Non è più previsto l'obbligo da parte dei commercianti di comunicare al Comune la data di inizio e la durata dei saldi. Rimangono  confermate le prescrizioni  contenute nella deliberazione di Giunta regionale n. 1732/1999 in relazione alle modalità di effettuazione dei saldi.
Rimangono confermate le prescrizioni in tema di pubblicità e trasparenza del prezzo previste dall'art. 15 del Decreto Legislativo 31/3/1998 n. 114 e dalla deliberazione della Giunta regionale n. 1732 del 28/9/1999 (si veda in particolare l'art. 2, commi 1,4,5 e 6 e l'art. 3).

 

A chi rivolgersi

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (0 valutazioni)