Relazione generale - Dati tecnici - Comune di Forlì (FC)

Lavori Pubblici | Sistema Tangenziale | Asse Arroccamento 1 Lotto | Relazione generale - Dati tecnici - Comune di Forlì (FC)

Relazione generale - Dati tecnici


Il tracciato dell'asse di arroccamento di Forlì

Il progetto prevede l'allargamento della sede stradale esistente e la realizzazione di un nuovo tronco per uno sviluppo totale di circa Km 7+232. L’intervento è suddiviso in due lotti:

  • Lotto I - si sviluppa dalla Via Emilia, sino a dopo il sottopasso di Via Tripoli - dalla progr. 0+00 alla progr. Km 4+475.

  • Lotto II - si sviluppa dalla sezione di fine primo lotto sino al limite d’intervento - alla progr. Km 7+232

  • Costi dell'Opera

Importo Opera

 

Importo Lavori

 

Ente Appaltante

 

Impresa Esecutrice A. T. I. di Carpi (Mo):

€ 110.000.000,00   € 79.400.000,00   Anas S.p.a.   C.M.B. - Conscoop - C.B.R.


Progettista: Ing. Vincenzo Orlando (ANAS) e prestazione dei servizi - VIA Ingegneria e studio Fugazza-Feraboli di Roma


Lotto Primo

Il corpo del rilevato stradale del tratto esistente è stato completamente realizzato fino all’altezza di Via Domokos e più precisamente per circa km 2,9; da Via Domokos alla Via Ravegnana è stata realizzata solo la carreggiata nord.

Le opere d'arte, viadotti e ponti, sono state realizzate solo per la parte interessante la carreggiata posta a Nord fatta eccezione del cavalcavia di Via Cassirano, dei sovrappassi delle Vie Domokos e Arsiero che risultano realizzati nella configurazione definitiva: infatti oggi, la circolazione dei veicoli è consentita soltanto sulla carreggiata nord nei due sensi di marcia.

L'intervento parte dall’intersezione a raso con la SS9, sottopassa la Via Cassirano, dirige verso est, attraversa il fiume Montone e la ferrovia Bologna-Ancona per terminare non appena oltrepassato il sovrappasso di Via Tripoli, per una lunghezza complessiva di circa Km 4+475.

I lavori del progetto esecutivo prevedono la realizzazione di:

  • Rotatoria di svincolo e connessione con la Via Emilia lato ovest;

  • Raddoppio opere d’arte esistenti, sulle Vie Padulli, Lughese, Lunga, Trentola, Bengasi, Tripoli, sul fiume Montone, sulla linea FF.SS. Bologna Ancona.

  • Un nuovo sovrappasso su Via Monte San Michele.

  • Sovrastruttura stradale per il completamento della carreggiata posta sul lato Sud.

  • Lavorazioni per l'adeguamento dell'attuale sede stradale alla configurazione definitiva.


La sezione stradale adottata per il primo lotto, è del tipo III, normativa C.N.R. del 1980, e prevede:

  • 2 carreggiate da m 8.75, suddivise in 2 corsie per senso di marcia della larghezza di m 3.50, con banchina di m 1.75

  • spartitraffico centrale con elemento separatore della larghezza di m 1.10.

Gli svincoli esistenti su Via Padulli, su Via Lunga e quello da realizzare in corrispondenza di Via Monte San Michele, sono tutti a livelli sfalsati, mentre lo svincolo sulla SS. 9 è a raso.

 


Svincoli

 

1 - Svincolo - SS.9 Via Emilia - Rotatoria - Nuovo - Diametro esterno 57mt.

Al posto dell'attuale intersezione a raso verrà realizzata una rotatoria che consentirà lo scambio in sicurezza tra le due direttrici . Inoltre la nuova sistemazione dello svincolo è stata redatta integrando le piste ciclabili esistenti e consentendo l'accesso in sicurezza di una strada a servizio di aree in espansione urbanistica.

 

2 - Svincolo - Via Padulli - Trombetta - Esistente

 

3 - Svincolo - Via Lunga - Trombetta - Esistente

 

4 - Svincolo - Via Monte S. Michele - Trombetta Nuovo

Lo svincolo si compone di n. 2 rampe bidirezionali che consentono lo scambio del flusso veicolare in entrambe le direzioni tra l'Asse di Arroccamento ed un tratto di strada di nuova realizzazione: infatti tra gli interventi del Lotto 1 è incluso il prolungamento di Via Monte S. Michele fino all'Asse di Arroccamento, per consentire la realizzazione del nuovo svincolo sulla strada suddetta che nelle previsioni di piano diventerà l'asse principale di accesso al centro abitato.

 


Opere d'arte

 

I Lavori del 1° lotto dell'Asse di Arroccamento, prevedono la realizzazione delle opere d'arte in affiancamento alle esistenti lungo la piattaforma di destra in direzione est. L'esecuzione delle opere in presenza di traffico sulla carreggiata già realizzata, ed in particolare gli scavi di fondazione, rendono necessaria l'adozione di opere provvisionali a presidio della carreggiata esistente, consistenti in palancolati di sostegno degli attuali rilevati stradali.

 

Sovrappasso Via Padulli

II sovrappasso è impostato su un'unica campata, il cui impalcato, realizzato con travi a doppio T in c.a. precompresso. e soletta di completamento in c.a. gettato in opera dello spessore di cm 23, è in schema statico di semplice appoggio su spalle tradizionali in c.a..

La piattaforma stradale è fiancheggiata da un marciapiede in destra, di larghezza pari a m 1.15, e da un cordolo sopraelevato in c.a. in sinistra, di larghezza pari a m 0.55, su cui verranno posizionate le barriere di sicurezza.

L'opera si sviluppa planimetricamente in obliquo rispetto all’asse della strada sottostante, con un angolo di 126,54 gradi rispetto all'asse della strada sottostante.

La luce della campata è di m 21,70, in asse appoggi, è di m 22.85, la lunghezza delle travi è di m 24.20. Gli appoggi sono del tipo in gomma armata.

Le spalle, parimenti a quanto fatto per l'opera esistente, sono fondate su pali.

 

Ponte sul fiume Montone

II ponte sul fiume Montone è costituito da 4 campate il cui impalcato è realizzato con travi in cemento armato precompresso e soletta di completamento in cemento armato gettato in opera dello sp. di cm 23. L’impalcato è realizzato in schema di semplice appoggio su spalle e pile tradizionali in c.a..

La piattaforma stradale è fiancheggiata in destra da un marciapiede, di larghezza pari a m 1.15, e in sinistra da un cordolo sopraelevato in c.a., di larghezza pari a m 0.55, su cui verranno posizionate le barriere di sicurezza.

La luce, delle campate, misurata in asse appoggi è di m 32; la lunghezza delle travi è di m 33,20. Le pile sono del tipo a pulvino.

Gli appoggi sono del tipo in gomma armata.

Le spalle e le pile sono, parimenti a quanto fatto per l'opera esistente, fondate su pali.

 

Cavalvaferrovia

 

II cavalcaferrovia è costituito da 3 campate delle quali la centrale scavalca la linea ferroviaria Bologna/Ancona. L’impalcato, costituito da travi a T in c.a. precompresso e soletta di completamento in c.a. gettato in opera dello sp. di cm 23, è realizzato, in schema di semplice appoggio, gravante su spalle e pile tradizionali in c.a..

Gli appoggi della campata centrale sono realizzati in acciaio teflon, mentre quelli delle campate esterne sono in neoprene armato.

Il dimensionamento dell’opera è stato condotto rispettando le prescrizioni di R.F.I.

La piattaforma stradale è fiancheggiata da un marciapiede in destra, di larghezza pari a m 1.15, e da un cordolo sopraelevato in c.a. in sinistra, di larghezza pari a m 0.55, su cui verranno posizionate le barriere di sicurezza e le reti di protezione in corrispondenza della linea ferroviaria.

L'opera si sviluppa planimetricamente in obliquo, con un angolo di 136 gradi rispetto all'asse della ferrovia.

La luce della campata, misurata in asse appoggi, è di m 22.85, la lunghezza delle travi è di m 24.20.

Le spalle e le pile sono, fondate su pali.

 

 

Sovrappasso Via Lughese

 

Il sovrappasso è costituito da un'unica campata; l’impalcato, realizzato con travi a T in c.a. precompresso. e soletta di completamento in c.a. gettato in opera dello sp. di cm 23, è semplicemente poggiato su spalle tradizionali in c.a..

La piattaforma stradale è fiancheggiata da un marciapiede in destra, di larghezza pari a m 1.15, e da un cordolo sopraelevato in c.a. in sinistra, di larghezza pari a m 0,55 su cui verranno posizionate le barriere di sicurezza.

L'opera si sviluppa planimetricamente in obliquo, con un angolo di 136 gradi rispetto all'asse della strada sottostante.

La luce della campata, misurata in asse appoggi, è di m 22,85, la lunghezza delle travi di m 24.20.

Gli appoggi sono del tipo in gomma armata. Le spalle sono, parimenti a quanto fatto per l'opera esistente, fondate su pali.

 

 

Sovrappasso Via Lunga 

Il sovrappasso è costituito da un'unica campata di scavalco il cui impalcato, realizzato con travi a T in c.a. precompresso e soletta di completamento in c.a. gettato in opera dello sp. di cm 23, è semplicemente poggiato su spalle tradizionali in c.a..

La piattaforma stradale è fiancheggiata da un marciapiede in destra, di larghezza pari a m 1.15, e da un cordolo sopraelevato in c.a. in sinistra, di larghezza pari a m 0.55, su cui verranno posizionate le barriere di sicurezza.

L'opera si sviluppa planimetricamente in obliquo con un angolo di 67 gradi rispetto all'asse della strada sottostante.

La luce della campata, misurata in asse appoggi è di m 22,85, la lunghezza delle travi di m 24.20. Gli appoggi sono del tipo in gomma armata.

Le spalle sono parimenti a quanto fatto per l'opera esistente, fondate su pali.

  

Sovrappasso Via Trentola

II sovrappasso è costituito da un'unica campata di scavalco il cui impalcato, realizzato con travi a T in c.a. precompresso e soletta di completamento in cc.a. gettato in opera dello sp. di cm 23, è semplicemente poggiato su spalle tradizionali in c.a..

La piattaforma stradale è fiancheggiata da un marciapiede in destra di larghezza pari a m 1.15 e da un cordolo sopraelevato in c.a. in sinistra di larghezza pari a m 0.55, su cui verranno posizionate le barriere di sicurezza.

L'opera si sviluppa planimetricamente in obliquo con un angolo di 53,16 gradi rispetto all'asse della strada.

La luce della campata, misurata in asse appoggi è di m 23,20, la lunghezza delle travi di m 24.20.

Gli appoggi sono del tipo in gomma armata. Le spalle sono, parimenti a quanto fatto per l'opera esistente, fondate su pali.

 

Sovrappasso Via Monte S. Michele

Il progetto prevede che l’opera in argomento venga realizzato in corrispondenza di entrambe le carreggiate in quanto il sovrappasso è a servizio di una nuova viabilità.

L’impalcato è previsto realizzato con solaio realizzato in opera gettato su terrapieno e gravante in esercizio su spalle costituite da paratie di pali.

La piattaforma ha larghezza pari a m 12,00 per senso di marcia, per la presenza di rampe di accelerazione/decelerazione dello svincolo.

Ciascuna carreggiata è fiancheggiata all’esterno da un marciapiede di larghezza pari a 1.15 m e a separazione delle due carreggiate da un cordolo sopraelevato in c.a. in sinistra di larghezza pari a 0.55 m, su cui verranno posizionate le barriere di sicurezza.

L'opera si sviluppa planimetricamente in obliquo con un angolo di 76 gradi rispetto all'asse della strada sottostante.

La luce utile del Sovrappasso è di 13,50 metri.

Al fine di mantenere in esercizio la viabilità lungo la strada esistente, per la realizzazione del sovrappasso, verranno realizzate dapprima le spalle e l’impalcato della carreggiata posta a sud. Dopo il suo completamento, compresa la pavimentazione e le barriere di sicurezza, deviato il traffico su questa carreggiata, si darà corso all’esecuzione dell’impalcato posto in corrispondenza della carreggiata posta a nord con il medesimo sistema costruttivo. Lo scavo ed il completamento dell’opera è previsto che venga eseguito a foro cieco dal basso con traffico in esercizio su entrambe le carreggiate.

 

Sovrappasso Via Bengasi

II sovrappasso è costituito da un'unica campata di scavalco il cui impalcato, realizzato con travi a T in c.a. precompresso e soletta di completamento in c.a. gettato in opera dello sp. cm 23, è semplicemente poggiato su spalle tradizionali in c.a..

La piattaforma stradale è fiancheggiata da un marciapiede in destra di larghezza pari a m 1.15 e da un cordolo sopraelevato in c.a. in sinistra di larghezza pari a m 0.55, su cui verranno posizionate le barriere di sicurezza.

L'opera si sviluppa planimetricamente in obliquo con un angolo di 76.00 gradi rispetto all'asse della strada.

La luce della campata, misurata in asse appoggi è di m 22,85, la lunghezza delle travi di m 24.20.

Gli appoggi sono del tipo in gomma armata.

Le spalle sono, parimenti a quanto fatto per l'opera esistente, fondate su pali.

 

Sovrappasso Via Tripoli

 

Il sovrappasso da due campate di cui una scavalca via Tripoli il cui impalcato, realizzato con travi a T in c.a. precompresso e soletta di completamento in c.a. gettato in opera dello sp. di cm 23.

Lo schema statico delle travi è di semplice appoggio su spalle e pila centrale tradizionali in cemento armato.

La piattaforma stradale è fiancheggiata da un marciapiede in destra di larghezza pari a m 1.15 e da un cordolo sopraelevato in c.a. in sinistra di larghezza pari a m 0.55, su cui verranno posizionate le barriere di sicurezza.

L'opera si sviluppa planimetricamente in obliquo con un angolo di 102 gradi rispetto all'asse della strada.

La luce della campata, misurata in asse appoggi, è di m 22,85, la lunghezza delle travi di m 24.20. L'unica pila è del tipo a pulvino in cemento armato

Gli appoggi sono del tipo in gomma armata. Le spalle e le pile sono, parimenti a quanto fatto per l'opera esistente, fondate su pali.


 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (0 valutazioni)