Relazione generale - Dati tecnici - Comune di Forlì (FC)

Lavori Pubblici | Sistema Tangenziale | Asse Arroccamento 2 Lotto | Relazione generale - Dati tecnici - Comune di Forlì (FC)

Relazione generale - Dati tecnici

 

Il tracciato dell'asse di arroccamento di Forlì

Il progetto prevede l'allargamento della sede stradale esistente e la realizzazione di un nuovo tronco per uno sviluppo totale di circa Km 7+232. L’intervento è suddiviso in due lotti: 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • Lotto I - si sviluppa dalla Via Emilia, sino a dopo il sottopasso di Via Tripoli - dalla progr. 0+00 alla progr. Km 4+475.

  • LottoII - si sviluppa dalla sezione di fine primo lotto sino al limite d’intervento - alla progr. Km 7+232

 

Costi dell'Opera

 

Importo Opera Importo lavori Ente appaltante Impresa esecutrice A.T.I. di Carpi (Mo):
€ 110.000.000,00 € 79.400.000,00 Anas S.p.a. C.M.B. - Conscoop - C.B.R.

 

Progettista: Ing. Vincenzo Orlando (ANAS) e prestazione dei servizi - VIA Ingegneria e studio Fugazza-Feraboli

 

Lotto Secondo

 

II 2° lotto parte dalla progressiva 4+475 (fine 1 lotto) e si sviluppa su nuovo tracciato per circa 2+857 mt..

A circa 360 metri dall'inizio del 2 lotto, si ha l'imbocco della galleria artificiale, con la quale vengono sottopassate nell'ordine via Ravegnana, via Macero Sauli e via Bertini. La galleria ha lunghezza pari a m 984. In corrispondenza dei due imbocchi è stata prevista la costruzione di due svincoli a rotatoria per il raccordo con la viabilità superficiale comunale. Superato lo svincolo di via Bertini, il tracciato sale e procedendo in rilevato, prima sovrappassa lo Scolo Cerchia e via Edison poi termina raggiungendo lo svincolo con Tangenziale Est.

 


La sezione stradale adottata lungo il 2° lotto è di tipo III ampliata come fissato da circolare ANAS n. 38 del 21/9/1999 e prevede: 

  • 2 carreggiate da m 9.25, suddivise in 2 corsie per senso di marcia della larghezza di m 3.75, con banchina di m 1.75

  • spartitraffico centrale con elemento separatore della larghezza di m 3.00.

  • larghezza complessiva della sede stradale è quindi pari a m 21.50.


II passaggio dal III tipo (adottato lungo il 1° lotto) al tipo III ampliato (adottato lungo il 2° lotto) avviene dopo il sovrappasso di Via Tripoli e prima dell'ingresso in galleria artificiale.

I lavori del progetto esecutivo prevedono la realizzazione delle seguenti opere d'arte:

  • Galleria tra via Ravegnana e via Bertini;

  • Ponticello sul Fosso Cerchia

  • Sovrappasso su via Edison

  • Rampe d’accesso in viadotto alla Tangenziale Est

Gli svincoli da realizzare su Via Ravegnana, su Via Bertini, e di raccordo con la Tangenziale Est, sono tutti a livelli sfalsati.

 

Svincoli 

 

5 - Svincolo - SS.67 Via Ravegnana - Doppia Rotatoria - Nuovo - Diametri esterni 56mt. e 46mt.

Lo svincolo di via Ravegnana è composto da un sistema di due rotatorie, che consentono:

  • l’entrata e l’uscita dall’Asse di Arroccamento in tutte le direzioni;

  • lo snellimento del traffico locale sulle vie Ravegnana e Solombrini;

  • la messa in sicurezza della viabilità ciclo-pedonale.

 

6 - Svincolo - Via Bertini - Rotatoria - Nuovo - Diametro esterno 60mt.

Lo svincolo di via Bertini si compone di una rotatoria, nella quale confluiscono la stessa via Bertini, e n. 4 rampe unidirezionali che consentono lo scambio del flusso veicolare tra la viabilità locale e l’Asse di Arroccamento in entrambe le direzioni.

La circolazione su via Pandolfa viene mantenuta con accesso dalla rotatoria e uscita lungo l’attuale tracciato con ridefinizione dello svincolo su via Bertini tale da consentire anche la svolta a destra senza impegnare la rotatoria.

 

7 - Svincolo - Tangenziale Est- Quadrifoglio - Nuovo

Lo svincolo a "Quadrifoglio", sarà costituito da n. 8 rampe unidirezionali. Di queste rampe, nel presente progetto sono sviluppate a livello esecutivo soltanto le quattro che consentono i flussi di traffico in direzione Forlì città, aeroporto e A14.

 

Opere d'arte

 

Galleria artificiale tra via Ravegnana e via Bertini

 

La sezione tipo stradale in galleria prevede: 

  • 2 carreggiate da m 10.75, suddivise in 2 corsie per senso di marcia della larghezza di m 3.75, con banchina in dx di m 1.75 e in sx di m 0.50 più allargamento di m 0.50 per parte  per alloggiare i profili ridirettivi

  • cavedio centrale di separazione delle due carreggiate della larghezza netta di m 2.00 - larghezza compreso muri 2.80.

  • larghezza complessiva della sede stradale è quindi pari a m 24.30.

 

Le 2 carreggiate sono divise da 2 setti in calcestruzzo che individuano un vano continuo, della larghezza netta di due metri. Tale cavedio, alto quanto la galleria, nella parte alta è utilizzato come canna di aspirazione del sistema di ventilazione.

 

La larghezza stradale varia in corrispondenza delle piazzole di sosta e/o delle corsie di accelerazione e di decelerazione, per cui lungo il tracciato si vanno ad individuare sezioni di larghezze diverse.  All’interno della galleria sono presenti 2 piazzole di sosta, 1 per ciascuna carreggiata. Esse hanno le seguenti dimensione: largh. 3,50 metri e lungh. 65 metri.

 

Il progetto prevede la realizzazione di 9 by-pass pedonali di collegamento fra le due canne, circa ogni 110 m, che consentano in caso di incendio la via di fuga in sicurezza. Il sistema di uscite di sicurezza è stato inoltre integrato con 3 vani scala in modo da garantire, uscite pedonali a cielo aperto ogni 300 m. circa.

 

 

Ponticello sul Fosso Cerchia

 

E' costituito da una struttura scatolare in c.a. ordinario eseguito in opera delle seguenti dimensioni:

H utile m.6,00 dal fondo del fosso e largh. m 6,00.

La piattaforma stradale è fiancheggiata in dx da un cordolo sopraelevato in c.a. di largh. pari a m 0.55, su cui verranno posizionate le barriere di sicurezza.

L’Asse di Arroccamento risulta inclinato di 99,5 grado rispetto all'asse della fosso sottostante.

Il tombino si sviluppa per una lunghezza di metri 21,80.

 

Sovrappasso su via Edison

II sovrappasso è costituito da un'unica campata di scavalco il cui impalcato, realizzato con travi a T in c.a. precompresso e soletta di completamento in c.a. gettato in opera dello sp. di cm 23, è semplicemente poggiato su spalle tradizionali in c.a.

La piattaforma stradale è fiancheggiata da un marciapiede in dx di largh. pari a m 0.55 e da un cordolo sopraelevato in c.a. in sx di larghezza pari a m 0.80, su cui verranno posizionate le barriere di sicurezza.

L'opera si sviluppa planimetricamente in obliquo con un angolo di 98 gradi rispetto all'asse della strada sottostante.

La luce della campata è di m 21,43, in asse appoggi, la lunghezza delle travi di m 22,50.

Gli appoggi sono del tipo in gomma armata. Le spalle sono, fondate su pali.

Le due carreggiate risultano separate, lo spazio di 90 cm viene presidiato da un piano grigliato in acciaio con scopo anticaduta.

 

Rampe d’accesso in viadotto alla Tangenziale Est

Tale svincolo consente lo scambio del flusso veicolare tra l'Asse di Arroccamento e la nuova Tangenziale Est.

II progetto completo dello svincolo è composto da un totale di otto rampe unidirezionali configurate a "quadrifoglio", caratterizzate da una piattaforma stradale di larghezza pari a m 6.50 fiancheggiata da due cordoli sopraelevati in c.a., di largh. pari a m 0.55, su cui verranno posizionate le barriere di sicurezza.

 

Del presente appalto lavori fanno parte solo quattro rampe, in dettaglio le rampe n. 6 e n. 7, che consentono lo scambio del flusso veicolare tra l'asse di arroccamento e la Tangenziale Est, in direzione dell'aeroporto Ridolfi, e le rampe n. 1 e n. 4, che consentono lo scambio del flusso veicolare tra l'asse di arroccamento e la Tangenziale Est, in direzione dell'autostrada A14.

 

Le rampe la n. 1 e n.6 sono da realizzare in rilevato.  Le rampe n. 4 e n. 7 vengono realizzate in parte su rilevato ed in parte con viadotti il cui impalcato con travi a cassone in c.a.p. e soletta di completamento in c.a. gettato in opera dello sp. di cm 25, è semplicemente poggiato su spalle tradizionali in c.a..

La luce della campata più ampia è di circa di 20 metri, in asse appoggi.

Le pile sono del tipo a pulvino in c.a.o. Le spalle e le pile sono fondate su pali. Gli appoggi sono del tipo in gomma armata.

 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (0 valutazioni)