Requisiti di ammissione - Comune di Forlì (FC)

Polizia Municipale | Lavora con noi | Ruoli | Requisiti di ammissione - Comune di Forlì (FC)

Requisiti di ammissione

Per accedere al concorso è indispensabile possedere i seguenti requisiti:

  1. Cittadinanza italiana, ovvero cittadinanza di Stato membro dell’Unione Europea. I cittadini di uno Stato membro dell’Unione europea devono essere in possesso di tutti i requisiti previsti per i cittadini della Repubblica italiana e non essere stati esclusi dall’elettorato attivo e passivo, e devono avere un’adeguata conoscenza della lingua italiana. Sono equiparati ai cittadini italiani gli italiani non appartenenti alla Repubblica;

  2. età non inferiore agli anni 18;

  3. idoneità psico-fisica all’espletamento delle mansioni proprie del profilo professionale. In particolare sono richiesti i seguenti requisiti fisico/funzionali, il cui possesso viene accertato dai Servizi dell’Azienda USL territorialmente competente prima dell’effettiva immissione in servizio (delibera Giunta Regionale Emilia-Romagna n. 278 del 14.2.2005):
    - Normalità del senso cromatico e luminoso;
    - Visus di 16/10 complessivi, raggiungibile anche con correzione di lenti;
    - Normalità della funzione uditiva;
    - Integrali capacità motorie degli arti;
    - Assenza di patologie o menomazioni che comportano limitazioni funzionali rilevanti.

  4. non aver riportato condanne penali e non aver procedimenti penali in corso che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione del rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione;

  5. essere in posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo;

  6. non avere impedimento alcuno al porto e all’uso dell’arma. Con riferimento a tale requisito si specifica che coloro che sono stati ammessi a prestare servizio civile come “obiettori di coscienza” (legge 8.7.1998 n. 230) devono essere collocati in congedo da almeno cinque anni e aver rinunciato definitivamente allo status di obiettore di coscienza, mediante presentazione di apposita dichiarazione presso l’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile, così come previsto dall’art. 1 comma 1 della Legge 2 agosto 2007 n. 130;

  7. non essere stati destituiti dispensati o licenziati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento ovvero non essere stati dichiarati decaduti da un impiego pubblico;

  8. possesso dei requisiti previsti dall’art. 5 della legge 7.3.1986 n. 65 per il conferimento della qualità di agente di P.S. e cioè:
    - godimento dei diritti civili e politici;
    - non aver subìto condanna a pena detentiva per delitto non colposo o non essere stato sottoposto a misura di prevenzione;
    - non essere stato espulso dalle Forze Armate o dai Corpi militarmente organizzati o destituito da pubblici uffici;

  9. possesso di patente di guida di cat. “B” ed “A”, come sotto specificato:
    - patente di guida di cat. “B” se conseguita entro il 26.4.1988;
    - se conseguita dopo il 26.4.1988, patente di guida di cat. “B” unitamente a patente di cat. “A” che abiliti alla conduzione di motocicli di qualsiasi cilindrata e potenza, ovvero patente B unitamente al superamento con esito positivo della prova pratica dell’esame di guida per il conseguimento dellam patente “A” che abiliti alla conduzione di motocicli di qualsiasi cilindrata e potenza.

  10. Titolo di studio:
    - per il ruolo di Agente - Istruttore di Vigilanza -
    Diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale (maturità). Per coloro che sono in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero, l’equipollenza con il titolo richiesto dovrà risultare da idonea certificazione rilasciata dalle competenti autorità;
    - per il ruolo di Ispettore - Istruttore Direttivo di Vigilanza -
    Diploma di Laurea oppure Laurea (Diploma di primo livello-triennale)

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (0 valutazioni)