collegati a facebook collegati a Instagram feed rss collegati a YouTube
CERCA
La Città
La Città
Forlì nella storia, statistiche, numeri utili, turismo, cultura in città...
Il Comune
Il Comune
Sindaco, Giunta, Consiglio, Bandi, Avvisi, Gare, Concorsi, Come fare per, Bilanci...
Guida ai Servizi
Guida ai Servizi
Sportelli informativi, Casa, Ambiente, Tributi, Sport, Polizia Municipale...

Convenzione di negoziazione assistita


"Convenzione di negoziazione assistita" dall'avvocato ai sensi dell'art. 6 del D.L. n. 132/2014 convertito in legge 162/2014


La convenzione di negoziazione assistita da almeno un avvocato per parte è un accordo concluso tra i coniugi al fine di raggiungere una soluzione consensuale di:

 

  • separazione personale;

  • di cessazione degli effetti civili del matrimonio;

  • di scioglimento del matrimonio;

  • di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio.


L'avvocato incaricato dovrà redigere una atto contenente l'accordo che sancisce e regolamenta la separazione, il divorzio o la modifica delle condizioni precedentemente pattuite.

La convenzione di negoziazione assistita deve inoltre precisare:
a) il termine concordato dalle parti per l'espletamento della procedura, in ogni caso non inferiore a un mese;
b) l'oggetto della controversia, che non deve riguardare diritti indisponibili.

Gli avvocati dovranno inoltre certificare l'autografia delle firme e la conformità dell'accordo alle norme imperative e all'ordine pubblico.
Tale convenzione, sottoscritta dai coniugi e dagli avvocati intervenuti deve essere trasmessa in copia autenticata, a cura degli avvocati stessi entro il termine di dieci giorni al Procuratore della Repubblica, il quale rilascerà un Nulla osta oppure un'autorizzazione a seconda che siano presenti o meno figli minori o figli maggiorenni portatori di handicap gravi o incapaci ovvero non autosufficienti.
Entro dieci giorni dal ricevimento del suddetto nulla osta/autorizzazione, ciascuno degli avvocati dovrà trasmetterne copia autenticata al Comune in cui il matrimonio è stato trascritto (in caso di matrimonio religioso o celebrato all'estero) o iscritto (in caso di matrimonio civile).
E' consigliabile a tale riguardo che la trasmissione venga effettuata mediante un'unica nota sottoscritta da entrambi gli avvocati oppure che nella convenzione di negoziazione assistita sia indicato che un avvocato conferisce mandato all'altro avvocato affinché curi la trasmissione all'ufficiale di stato civile.
La trasmissione può avvenire a mano, per posta raccomandata con ricevuta di ritorno o tramite PEC (purché l'atto trasmesso sia firmato digitalmente).
Superato il suddetto termine di dieci giorni il comune avvierà l'iter per l'irrogazione delle sanzioni a carico del legale inadempiente: le sanzioni previste ammontano da un minimo di euro 2.000 ad un massimo di euro 10.000.
Ricevuta la convenzione di negoziazione assistita, l'ufficiale di stato civile dovrà trascriverla nei registri di stato civile e procedere con le annotazioni sull'atto di matrimonio e di nascita, inoltre darà apposita comunicazione all'ufficio anagrafe del comune di residenza degli sposi per l'aggiornamento dello stato civile.

Per ogni ulteriore informazione rivolgersi all'ufficio Matrimoni comune di Forlì;
Orario di apertura al pubblico: lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle ore 08.30 alle ore 13.00. Mercoledì chiuso.
Contatti:
telefono 0543 712329
fax 0543 712208
email: servizi.demografici@comune.forli.fc.it
pec: servizi.demografici@pec.comune.forli.fc.it



ultima modifica: 18/10/2016
Risultato
  • 2
(2001 valutazioni)

Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47121 Forlì - Tel. 0543 712111 - Partita IVA: 00606620409
Redazione a cura dell'Unità Servizi Informativi, C.so Diaz, 21 - 47121 Forlì - redazione.civica@comune.forli.fc.it

Validatore HTML 4.01     Validatore CSS!     Validazione WCAG WAI-A

Note Legali | Privacy

Bussola della Trasparenza