"PROGETTO NUOVE FRONTIERE NELLA SCUOLA.
DISABILITA E PERCORSI FORMATIVI: ORIENTARE PER ARRICHIRE LE POSSIBILITA DI INTEGRAZIONE"
7° EDIZIONE.


Soggetti promotori del progetto:
ANFFAS di Forlì
Comune di Forlì - Assessorato alle Politiche Educative e Formative
Centro Documentazione Apprendimenti
Centro Servizi Amministrativi di Forlì - Cesena

 

Gruppo di coordinamento composto da:
Rita Silimbani, responsabile CDA
Manuela Pieri, responsabile progetti scuola ANFFAS di Forlì
Loretta Lega, poi sostituita da Ottavia Muccioli, referente ufficio ordinamenti area sostegno alla persona - CSA di Forlì-Cesena
Gilberta Gardini, insegnate specializzata per l'insegnamento agli alunni disabili, in servizio presso l'Istituto Superiore Ruffilli, sede Melozzo, con esperienza consolidata nel campo
Hanno inoltre collaborato, nel corso degli anni, anche le insegnanti specializzate Ionne Lombardi, Carmen Piazza, Pambianco Emanuela e Vallicelli Valeria.

 

Per la realizzazione dei singoli percorsi nell'ambito del progetto si sono attivate inoltre collaborazioni con:
- AUSL di Forlì
- Centri di Formazione Professionale di Forlì/Cesena
- Politiche Sociali Comune Forlì
- Gruppo Scuola/Genitori ANFFAS
Il gruppo Scuola/Genitori dell'ANFFAS ha curato iniziative di sensibilizzazione rivolte ad altri genitori ed ha elaborato materiale di documentazione e informazione presentato in diverse occasioni, tra cui il salone dell'orientamento.

 

Dai due macro-obiettivi pensati nell'a.s.2001/2002:
1. allargare le possibilità di frequenza degli alunni disabili negli Istituti Superiori del territorio forlivese;
2. promuovere azioni formative per migliorare l'attività di orientamento all'interno delle Scuole Superiori di primo grado;
il gruppo di coordinamento ha monitorato, annualmente, le criticità e gli aspetti positivi che emergevano nei singoli Istituti e nella realizzazione delle proposte formative dello stesso progetto ed ha conseguentemente provveduto a programmare specifiche iniziative partendo da temi e bisogni rilevati sul campo. Pertanto nei cinque anni di lavoro le tematiche affrontate e le modalità di intervento sono state affinate, differenziate e ben calibrate sui bisogni formativi degli alunni e degli insegnanti.

 

a.s.2001/20002:
- realizzazione di gemellaggi fra le scuole superiori del territorio prive di iscrizioni alunni "h" e le scuole superiori (dello stesso tipo, es.licei, ITI, ..) della regione Emilia Romagna con inserimenti consolidati, al fine di promuovere le "buone prassi" di integrazione sul territorio, là dove l'integrazione dell'handicap non era ancora sentita.
-Formazione per i dirigenti scolastici sulla stessa problematica
- Incontro pubblico con Andrea Canevaro, massimo esperto di pedagogia speciale dell'Università degli Studi di Bologna
- Consulenza per insegnanti non specializzati


a.s.2002/2003:
- Formazione su criteri, strumenti e procedure per la definizione di un progetto di passaggio dalla scuola secondaria di primo grado alla scuola secondaria di secondo grado.
- Implementazione sulle attività di orientamento tenendo presente il progetto di vita del ragazzo disabile
- Incontro pubblico con Dario Ianes, psicologo e formatore del Centro Studi Erickson di Trento
- Consulenza per insegnanti non specializzati

 

a.s.2003/2004:

-Sperimentazione con gli insegnanti dell'ex Scuola Media per monitorare le fasi legate al processo di scelta della Scuola Superiore
- Incontro pubblico con Lucia De Anna, docente Università degli Studi di Roma
- Formazione per insegnanti di scuola secondaria di primo e di secondo grado
- Consulenza per insegnanti non specializzati
.
a.s.2004/2005:
-Incontro pubblico con Anna Contardi, coordinatore nazionale AIPD (Associazione Italiana Persone Down) di Roma
- Formazione per insegnanti di Scuola Secondaria di primo e di Secondo grado sugli obiettivi minimi
- Consulenza per insegnanti non specializzati

 

a.s. 2005/2006:
- Incontro pubblico sulle offerte formative della Scuola e della Formazione Professionale sul territorio forlivese
- Incontro pubblico con Anna Contardi, coordinatore nazionale AIPD di Roma
- Formazione per insegnanti di scuola secondaria di primo e di secondo grado e per educatori: "Progettare e Sperimentare per lautonomia"
- Consulenza per insegnanti non specializzati

 

a.s. 2006/2007:
-Collaborazione alla realizzazione dei progetti provinciali sull'orientamento coordinati da Techne ed Enaip: "Itaca: Il viaggio nella scelta 2006" e "La metodologia di lavoro dei gruppi interprofessionali nella prospettiva del Pep e della scelta".
- Corso di formazione integrata, di primo livello, della durata di 15 ore, rivolto ad insegnanti di scuola secondaria di primo e secondo grado e ad educatori della scuola e dell'extrascuola "Presente Futuro: educare allautonomia adolescenti con ritardo mentale", condotto da Anna Contardi (coordinatrice AIPD), centrato sulla metodologia di lavoro per il supporto all'autonomia proposto dall'Associazione Italiana Persone Down;
- Percorso di sperimentazione integrato, della durata di 12 ore, rivolto ad insegnanti di scuola secondaria di primo e di secondo grado ed educatori della scuola e dell'extrascuola: "Progettare e Sperimentare per lautonomia", condotto da Anna Contardi. Nell'ambito di tale progetto è stato realizzato un incontro con i genitori dei minori inseriti nei "gruppi autonomia" attivati nell'ambito della rete dei centri educativi pomeridiani;
- Incontri pubblici, nell'ambito del settembre pedagogico 2006, di presentazione dei film prodotti dall'AIPD sui temi dell'educazione all'autonomia nella prospettiva della vita adulta , sull'inserimento lavorativo e sull'educazione ai sentimenti di adolescenti disabili ( 3 incontri di 2 ore ciascuno) ;
- Consulenza alle scuole secondarie di II grado per l'avvio di nuovi progetti di integrazione;
- Produzione di un materiale di formativo multimediale sui principi base e sugli strumenti per l'educazione all'autonomia, a cura di Anna Contardi, a partire dal materiale raccolto nei diversi anni di attività su queste tematiche. Il prodotto finale sarà fruibile attraverso l'accompagnamento di un tutor della formazione e sarà a disposizione per la formazione di base di insegnanti educatori e volontari che lavorano nella scuola e nell'extrascuola.

 

a.s.2007/2008:
- Corso di formazione integrata, di primo livello, della durata di 15 ore, rivolto ad insegnanti di scuola secondaria di primo e secondo grado e ad educatori della scuola e dell'extrascuola e a volontari "Futuro presente: educare allautonomia adolescenti con ritardo mentale", centrato sulla metodologia di lavoro per il supporto all'autonomia, proposto dall'Associazione Italiana Persone Down. Il corso è stato condotto da due tutor esperti, in accompagnamento al pacchetto formativo sulla stessa tematica, prodotto dal Centro nell'anno precedente a partire dal materiale raccolto nei diversi anni di attività a cura di A. Contardi;
- Percorso di sperimentazione integrato, della durata di 12 ore, rivolto ad insegnanti di scuola secondaria di primo e di secondo grado ed educatori della scuola e dell'extrascuola: "Progettare e Sperimentare per lautonomia", condotto da Anna Contardi. Nell'ambito di tale progetto è stato realizzato un incontro con i genitori dei minori inseriti nei "gruppi autonomia" attivati nell'ambito della rete dei centri educativi pomeridiani;
-Consulenza alle scuole secondarie di II grado per l'avvio di nuovi progetti di integrazione;
- percorso di formazione "Strategie e metodologie didattiche per linsegnamento della matematica e dellitaliano allinterno di una programmazione personalizzata", condotto da Patrizia Sandri, Fabrizio Frasnedi e Paola Vighi, rivolto ad insegnanti di classe e insegnanti di sostegno di scuole secondaria di primo e secondo grado. Il corso, proposto come approfondimento di un precedente percorso sulla programmazione per "obiettivi minimi", è stato centrato su metodologie di lavoro e strategie operative che permettano di individuare i "saper essenziali", in termini di saperi e competenze, a cui possano accedere alunni disabili nell'ambito di una programmazione personalizzata per l'acquisizione di titoli di studio ufficiali. Sono stati presi in esame, a titolo di esempio, i due ambiti disciplinari di italiano e matematica.

Risultati raggiunti:
attivazione di nuovi progetti sull'integrazione. In particolare:
1. "Un tutor per amico". Coinvolge tutte le scuole secondarie di primo grado e tutte le scuole secondarie di secondo grado in cui sono iscritti alunni disabili.
2. "Progetto Autonomie" , progetto inserito anche nell'attuale Piano Sociale di zona. Coinvolge la rete dei servizi extrascolastici territoriale, con la partecipazione diretta di 3 cooperative sociali titolari di servizi educativi e di aggregazione convenzionati
3. Maggiore distribuzione delle iscrizioni degli alunni disabili sulle diverse tipologie di scuola superiore del nostro territorio. Ciò ha implicato una nuova apertura di alcune scuole superiori alle problematiche e alle risorse della disabilità dando l'avvio alla costruzione di una nuova mentalità concretizzata in diversi modelli organizzativi e didattici a vantaggio di tutta la popolazione scolastica.



 
Risultato
  • 2
(1959 valutazioni)

Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47100 Forlì - Tel. 0543 712111 - Partita IVA: 00606620409
Redazione a cura dell'Unità Servizi Informativi, C.so Diaz, 21 - 47121 Forlì - redazione.civica@comune.forli.fc.it

Validatore HTML 4.01     Validatore CSS!     Validazione WCAG WAI-A

accessibilità | access key | mappa del sito | accessibilità