collegati a facebook collegati a Instagram feed rss collegati a YouTube
CERCA
La Città
La Città
Forlì nella storia, statistiche, numeri utili, turismo, cultura in città...
Il Comune
Il Comune
Sindaco, Giunta, Consiglio, Bandi, Avvisi, Gare, Concorsi, Come fare per, Bilanci...
Guida ai Servizi
Guida ai Servizi
Sportelli informativi, Casa, Ambiente, Tributi, Sport, Polizia Municipale...

 

Contrasto alla diffusione del Coronavirus - FASE 3

 

 

Coronavirus


 

 

FASE 3 - Misure in vigore (aggiornamento al 07/09/2020)


DPCM 7 settembre 2020 - in vigore dall'8 settembre al 7 ottobre 2020

 

Il 16 agosto 2020 il Ministero della Salute ha pubblicato un'Ordinanza con la quale è fatto obbligo dalle ore 18.00 alle ore 06.00 di usare protezioni delle vie respiratorie anche all'aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale


Il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 160 del 14 agosto 2020 ha modificato le linee guida regionali per discoteche, prevedendo un numero massimo di persone non superiore al 50% della capienza massima normalmente autorizzata e obbligo di indossare sempre la mascherina, anche durante il ballo

Ordinanza 12 agosto 2020 - Tamponi obbligatori per chi rientra da Malta, Croazia, Spagna e Grecia e divieto di ingresso e transito dalla Colombia

DPCM del 7 agosto 2020; vengono prorogate, fino al 7 settembre 2020, le misure precauzionali minime per contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19


Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 157 del 07/08/2020; il Decreto fissa il limite di 1000 spettatori per gli eventi sportivi all'aperto e 200 per quelli indoor, definisce il distanziamento, i posti assegnati e le norme di sicurezza negli impianti. Inoltre, dal 1 settembre è consentita la ripresa delle attività dei servizi educativi e delle scuole dell'infanzia


Decreto del Presidente della Regione Emilia Romagna n. 156 del 04/08/2020



Decreto Legge 83 del 30/07/2020 - Proroga stato di emergenza al 15/10/2020

Decreto del Presidente della Regione Emilia Romagna n. 151 del 24/07/2020

Decreto del Presidente della Regione Emilia Romagna n. 148 del 17/07/2020

DPCM 14 luglio 2020

Decreto del Presidente della Regione Emilia Romagna n. 144 del 13/07/2020

Decreto del Presidente della Regione Emilia Romagna n. 137 del 03/07/2020

Decreto del Presidente della Regione Emilia Romagna n. 113 del 17/06/2020

Decreto del Presidente della Regione Emilia Romagna n. 111 del 15/06/2020

Decreto del Presidente della Regione Emilia Romagna n. 109 del 12/06/2020

Decreto del Presidente della Regione Emilia Romagna n. 98 del 06/ 06/2020

Decreto del Presidente della Regione Emilia Romagna n. 94 del 30 maggio 2020 - dal 31 maggio 2020

Decreto Legge n. 34 del 19 maggio (Decreto Rilancio) - dal 19 maggio 2020

Decreto del Presidente della Regione Emilia Romagna n. 82 del 17 maggio 2020 - dal 18 maggio 2020



Decreto Legge n. 33 del 16 maggio 2020 - Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19



Ordinanza sindacale del Comune di Forlì n. 12 del 15/05/2020 - disciplina degli orari delle attività di acconciatura ed estetista



Ordinanza sindacale del Comune di Forlì n. 7 del 21/04/2020 - dal 23 aprile 2020



______________________________________________


Protocolli di sicurezza

Esercizi di somministrazione alimenti e bevande e attività da asporto e consumo sul posto
Esercizi di commercio al dettaglio in sede fissa e del commercio su aree pubbliche
Acconciature, estetica
Artigianato
Strutture ricettive alberghiere
Strutture ricettive all'aria aperta
Strutture ricettive extralberghiere
Attività dei centri sociali, dei circoli culturali e ricreativi
Attività corsistiche
Piscine
Palestre
Attività di gestione parchi tematici, acquatici, giardini zoologici, luna park e spettacolo viaggiante
Strutture termali e centri benessere
Centri Estivi

 

 

MISURE IN VIGORE

 

Spostamenti

Si può circolare in tutto il territorio nazionale senza autocertificazione.

Dal 4 luglio è consentito l'utilizzo di automobili e altri mezzi di locomozione tra persone non conviventi, però nei limiti della presenza di due persone per la fila di sedili anteriore e per ciascuna delle file posteriori, con obbligo per tutti i passeggeri di indossare la mascherina. Dal 14 luglio le persone che rientrano o arrivano in Italia da paesi extra Schengen sono sottoposte all'isolamento fiduciario e alla sorveglianza sanitaria; i Dipartimenti di Sanità Pubblica effettuano un tampone naso-faringeo all'arrivo e, in caso di negatività, un secondo tampone a distanza di 7 giorni e comunque prima della conclusione dell'isolamento fiduciario.


Parchi. ville e giardini pubblici

L'accesso del pubblico a parchi, ville e giardini pubblici è condizionato al rigoroso rispetto del divieto di assembramenti e della distanza di sicurezza interpersonale di un metro. Il sindaco può disporre la temporanea chiusura delle aree in cui non sia possibile garantire la sicurezza. È consentito l'accesso dei minori alle aree gioco.


Attività sportiva

L'attività sportiva di base e l'attività motoria in genere svolte presso piscine, centri e circoli sportivi, pubblici e privati, presso altre strutture ove si svolgono attività dirette al benessere dell'individuo attraverso l'esercizio fisico, sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale.

A decorrere dal 18 luglio è consentito lo svolgimento anche degli sport di contatto.
Dal 4 agosto, a parziale modifica ed integrazione del "Protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 in relazione allo svolgimento in sicurezza - PISCINE - in Emilia-Romagna", le misure ivi previste in merito all'uso delle cuffie sono sostituite con la seguente disposizione: "Luso della cuffia è disciplinato dal regolamento interno della struttura, sulla base delle motivazioni contenute nellanalisi del rischio effettuata dal gestore."


Manifestazioni, eventi, spettacoli
Dal 19 giugno sono consentite le attività delle discoteche. Il ballo di coppia senza il rispetto delle distanze non è consentito alle persone che in base alle disposizioni vigenti sono soggette al distanziamento interpersonale, ma è permesso nel caso in cui la coppia sia formata da conviventi, sia nelle discoteche che in altri luoghi quali sagre, feste paesane, balere e stabilimenti balneari (fatto salvo quanto previsto dalla ordinanza balneare) e purché all'aperto. Dall'8 giugno, è consentito lo svolgimento delle prove per gli spettacoli dal vivo all'interno di teatri nel rispetto delle linee guida regionali. All'aperto gli spettatori devono indossare la mascherina dall'ingresso fino al raggiungimento del posto (per i bambini valgono le norme generali) e comunque ogni qualvolta ci si allontani dallo stesso, incluso il momento del deflusso. Al chiuso la mascherina va tenuta anche durante lo spettacolo. Dal 15 giugno 2020, sono consentite le attività dei cinema, dei circhi, degli spettacoli dal vivo e dei set cinematografici secondo le disposizioni dettate dalle linee guida regionali. Dal 15 luglio riaprono i quartieri fieristici, nel rispetto delle linee guida regionali per l'organizzazione di fiere. Dal 15 giugno 2020, sono consentite le attività delle sagre, delle manifestazioni fieristiche con qualifica locale.


Funzioni religiose
Le funzioni religiose con la partecipazione di persone si svolgono nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo. L'accesso ai luoghi di culto avviene con misure tali da evitare assembramenti di persone. L'accesso ai luoghi di culto avviene con misure tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro, ma in ogni caso nel limite massimo di 350 persone.


Scuole
Sono sospesi i servizi educativi per l'infanzia e le attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché la frequenza la frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, comprese le Università e le Istituzioni di Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica, di corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per anziani, corsi professionali e le attività formative svolte da altri enti pubblici e da soggetti privati, ferma in ogni caso la possibilità di formazione a distanza. Nelle Università e nelle Istituzioni di alta formazione artistica e coreutica, per tutta la durata della sospensione, le attività didattiche possono essere svolte ove possibile con modalità a distanza.
Sono consentite le attività corsistiche (a titolo di esempio, lingue straniere, musica, fotografia, nautica), previa adozione di specifico protocollo regionale e nel rispetto dei principi contenuti nelle linee guida nazionali. Sono esclusi dalla sospensione i corsi abilitanti e le prove teoriche e pratiche effettuate dagli uffici della motorizzazione civile e dalle autoscuole.


Biblioteche, musei, istituti culturali
Il servizio di apertura al pubblico di musei e degli altri istituti e luoghi di cultura, garantiscono modalità di fruizione contingentata, tali da evitare assembramenti di persone.


Matrimoni
Disposizioni per la celebrazione di matrimoni civili e unioni: Ordinanza sindacale 13 del 25/05/2020


Uso delle mascherine
In Emilia-Romagna è obbligatorio nei locali aperti al pubblico e nei luoghi all'aperto quando non sia possibile mantenere il distanziamento di un metro. Non sono soggetti all'obbligo i bambini al di sotto dei sei anni e i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l'uso continuativo della mascherina. Dal 17 agosto è fatto obbligo usare protezioni delle vie respiratorie anche all'aperto dalle 18.00 alle 06.00, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale.

 

____________________________________


MISURE IGIENICO- SANITARIE

- lavarsi spesso le mani
- evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
- evitare abbracci e strette di mano
- mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro
- igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie)
- evitare l'uso promiscuo di bottiglie e bicchieri
- non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani
- coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce
- non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico
- pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol
- usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o se si presta assistenza a persone malate


Contattare il numero verde 800 033 033 (attivo tutti i giorni dalle 8.30 alle 18.00) se si ha febbre oltre 37.5 gradi e tosse. In tal caso è fortemente raccomandato rimanere presso il proprio domicilio e limitare al massimo i contatti sociali, contattando il proprio medico curante.

____________________________________


APPROFONDIMENTI

www.regione.emilia-romagna.it

Opuscolo Ministero della Salute

Previeni le infezioni con il corretto lavaggio delle mani

Misure igienico sanitarie

Brochure informativa COVID-19 tradotta in 26 lingue

Linee guida per la gestione di animali da compagnia sospetti di infezione DARS - CoV2 - Ministero della Salute

Campagna Regione Emilia Romagna "Nuove Sane abitudini"




ultima modifica: 08/09/2020
Risultato
  • 3
(555 valutazioni)

Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47121 Forlì - Tel. 0543 712111 - Partita IVA: 00606620409
Redazione a cura dell'Unità Servizi Informativi, C.so Diaz, 21 - 47121 Forlì - redazione.civica@comune.forli.fc.it

Validatore HTML 4.01     Validatore CSS!     Validazione WCAG WAI-A

Note Legali | Privacy

Bussola della Trasparenza