FORME DI PARTECIPAZIONE POPOLARE: ISTANZE - PETIZIONI - PROPOSTE - REFERENDUM - Comune di Forlì (FC)

Guida ai servizi - Comune di Forlì (FC)

FORME DI PARTECIPAZIONE POPOLARE: ISTANZE - PETIZIONI - PROPOSTE - REFERENDUM

Codice interno
Aggiornato
Responsabile del procedimento:

Michele Pini

Unità organizzativa responsabile dell’istruttoria : Segreteria Giunta e Consiglio

Responsabile dell'ufficio
Sabrina Catani
Telefono
0543 712213

Ufficio competente all'adozione del provvedimento finale : Giunta e Consiglio

Responsabile dell'ufficio
Sabrina Catani
Cos'è

Le istanze, petizioni e proposte costituiscono forme di partecipazione collaborativa dei cittadini all'amministrazione e gestione della cosa pubblica cittadina.
Il referendum comunale è un istituto di consultazione dei cittadini al fine di consentire al corpo elettorale cittadino di esprimersi su interessi primari pubblici a favore della civica comunità forlivese.

Le istanze consistono in un invito, rivolto al Sindaco, al Consiglio comunale od alla Circoscrizione, a provvedere su una determinata materia o questione di loro competenza.
Le proposte consistono in schemi di deliberazione da sottoporre all'esame dell'organo competente.
Le petizioni rivestono esclusivamente carattere collettivo e consistono nella richiesta di adottare determinati provvedimenti o nella esposizione di interessi pubblici di tutti gli amministrati.
Il referendum può essere propositivo, consultivo e abrogativo e può essere indetto su materie di esclusiva competenza locale.

A chi è destinato

A tutti i soggetti titolari di interesse diretto, concreto, attuale.

Modalità di Attivazione:
A domanda
Come si richiede 

Le istanze, petizioni o proposte si presentano in carta semplice, con la descrizione della richiesta o del progetto.
Le istanze e le proposte possono essere presentate da cittadini singoli od associati.
Le istanze e le proposte collettive non richiedono un numero minimo di sottoscrittori né l'autenticazione della firma, ma solo l'indicazione delle generalità dei firmatari.
Le petizioni devono essere sottoscritte da almeno 100 interessati previa indicazione delle loro generalità, per la successiva verifica, da parte degli uffici comunali, delle generalità dei firmatari.

Il referendum comunale può essere promosso per iniziativa:
- del Consiglio Comunale;
- di almeno 3000 elettori del Comune.
I cittadini che intendono promuovere il referendum debbono costituirsi in comitato promotore in numero non inferiore a 10 e devono depositare apposita istanza scritta, indirizzata al Sindaco, presso la Segreteria Generale del Comune di Forlì.
Le modalità di presentazione del quesito referendario e successivo iter sono disciplinate dalla Parte terza, Titolo I, del Codice II - Testi unificato dei regolamenti in materia di partecipazione popolare, esercizio dei diritti di accesso ed informazione, tutela della riservatezza.

Spese a carico dell'utente:

Nessuna.

Tempi

Tempistica necessaria per l'istruttoria della tipologia di partecipazione prevista dall'art. 7 del Testo unificato dei regolamenti in materia di partecipazione popolare, esercizio dei diritti di accesso ed informazione, tutela della riservatezza – Codice II e, comunque, in un termine massimo di 90 giorni.
La tempistica relativa all'istruttoria di una proposta referendaria è espressamente prevista dal Codice II - Testi unificato dei regolamenti in materia di partecipazione popolare, esercizio dei diritti di accesso ed informazione, tutela della riservatezza.

Dove rivolgersi

Le richieste si presentano all'Unità Protocollo e Archivio – Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 - Tel.  0543 712342
Orario: dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00. Il sabato mattina dalle 8.30 alle 13.00 e nei pomeriggi del lunedì, martedì, giovedì e venerdì, dalle ore 15.00 alle 18.30 (orario invernale) e dalle 16.00 alle 19.00 (orario estivo), è possibile consegnare la posta presso l'Unità Servizi Informativi – URP - Piazzetta della Misura, 5 - Tel.  0543 712444.

Per informazioni rivolgersi agli uffici di riferimento sulla base dell'organo al quale è indirizzata l'istanza.

Soggetto titolare del potere sostitutivo in caso di inerzia

Titolare del potere sostitutivo
Segretario Generale
Normativa di riferimento

Istanze, petizioni o proposte: Art. 49, comma 2, lett. c) dello Statuto comunale; Parte seconda, Titolo I del Testo unificato dei regolamenti in materia di partecipazione popolare, esercizio dei diritti di accesso ed informazione, tutela della riservatezza – Codice II.

Referendum comunale: D. Lgs. 18 agosto 2000, n. 267; art. 56 dello Statuto Comunale; Parte seconda, titolo I del Testo unificato dei regolamenti in materia di partecipazione popolare, esercizio dei diritti di accesso ed informazione, tutela della riservatezza - Codice II.

 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (40 valutazioni)