collegati a facebook collegati a Instagram feed rss collegati a YouTube
CERCA
La Città
La Città
Forlì nella storia, statistiche, numeri utili, turismo, cultura in città...
Il Comune
Il Comune
Sindaco, Giunta, Consiglio, Bandi, Avvisi, Gare, Concorsi, Come fare per, Bilanci...
Guida ai Servizi
Guida ai Servizi
Sportelli informativi, Casa, Ambiente, Tributi, Sport, Polizia Municipale...
  Percorso di navigazione 

PROGETTO TUTELA DELLE POTENZIALITA' ARCHEOLOGICHE DEL TERRITORIO

Area / Servizio:
Servizi al Cittadino / Cultura, Musei, Turismo e Politiche Giovanili

Responsabile del procedimento:
Cristina Ambrosini Dirigente del Servizio, Monica Miari (Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia Romagna)
Descrizione del procedimento
Cos'è :

La carta delle potenzialità archeologiche urbane e territoriali (cioè degli elementi archeologici noti - come depositi, strutture e reperti- e di quelli ipotetici, desumibili in via indiretta) è uno strumento di censimento e di tutela preventiva delle evidenze archeologiche in una data area che permette di prevedere e gestire possibili interferenze tra lavori di scavo e beni d’interesse archeologico eventualmente presenti.
Questo strumento consente di esercitare una efficace attività di tutela e di conoscenza del bene archeologico e consente di limitare al massimo la sospensione dei lavori o il rallentamento delle attività di cantiere con aumento di oneri e conseguenti danni economici e di tempo per gli operatori.
La carta delle potenzialità archeologiche individua attraverso una zonizzazione, oltre alle aree urbane e extraurbane sottoposte alle disposizioni di tutela ai sensi del D. Lgs. 42/2004 e s.m.i., anche quelle aree che, sulla base dei dati disponibili, necessitano di eventuali indagini preventive secondo diverse modalità d’intervento (controlli in corso d’opera, sondaggi e scavi eseguiti da archeologi specializzati) sotto la direzione della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia Romagna.

Come si richiede :

Occorre premettere che la procedura di seguito descritta trova applicazione esclusivamente nell’ambito di lavori ad iniziativa di privati, e non nell’ambito degli interventi sottoposti alla disciplina del Codice dei Contratti (D. Lgs. 50/2016 e s.m.i., anche dei c.d. settori speciali).
La lettera di richiesta del parere di competenza va indirizzata alla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Ravenna, via San Vitale n. 17, 48121 Ravenna, tel. 0544.54.37.11, fax 0544.54.37.32, e-mail: sabap-ra@beniculturali.it, pec: mbac-sabap-ra@mailcert.beniculturali.it, al Soprintendente Arch. Giorgio Cozzolino, per conoscenza, al Servizio Cultura Musei Turismo e Politiche Giovanili (può essere spedita o consegnata a mano o inviata tramite pec: comune.forli@pec.comune.forli.fc.it) e deve essere accompagnata dalla seguente documentazione:
- da uno stralcio catastale per quanto riguarda il centro storico, mentre per il territorio comunale, oltre al catastale, si chiede uno stralcio della cartografia 1:10.000 della carta tecnica regionale; in mancanza di questo strumento cartografico può essere presentata qualsiasi cartografia che permetta di identificare il punto interessato dai lavori;
- alla cartografia dovrà essere sempre allegata una breve relazione con la descrizione del tipo di lavori che interessano il sottosuolo, corredata da planimetrie e sezioni che chiariscono il tipo di lavoro;
- dovrà essere indicato il codice fiscale, l'indirizzo, completo di numero di telefono e fax, del progettista;
- non serve il bollo
La Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Ravenna, che ha facoltà di avvalersi in fase endoprocedimentale di un approfondimento a cura del Servizio Musei, rilascia il parere con eventuali prescrizioni, indicando se occorra procedere ad indagini preventive a secondo delle caratteristiche dell’intervento. In tal caso viene fornito l'elenco delle ditte specializzate e accreditate presso la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Ravenna.
Il richiedente è tenuto a comunicare (anche per fax) la data d'inizio dei lavori e il nominativo della ditta incaricata alla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Ravenna, e per conoscenza, al Servizio Cultura Musei Turismo e Politiche Giovanili.
Al termine dell'indagine preventiva dovrà essere inviata una relazione con relativa documentazione grafica e fotografica alla Soprintendenza, che rilascerà parere di competenza sull’intervento, e al Servizio Cultura Musei Turismo e Politiche Giovanili per la conservazione agli atti.

Tempi:
La risposta viene data entro 90 giorni dalla richiesta.
Spese a carico dell'utente :
Gratuito
Dove rivolgersi :

Per maggiori informazioni:
Servizio Cultura Musei Turismo e Politiche Giovanili del Comune di Forlì
Via Cesare Albicini, 12
Tel. 0543/712609/605


Orario: dal martedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30; martedì dalle 15.30 alle 17.00

Come si raggiunge :

Autobus linee 1 -2
Parcheggi a pagamento zone circostanti

Riferimenti legislativi (Normativa):
Adempimenti in relazione all'art. 36, comma 3/4 delle Norme Tecniche di Attuazione (NTA) del Piano Strutturale Comunale (PSC) di Forlì dettati dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Soprintendenza Archeologica dell'Emilia Romagna in data 22.07.2004 - P.G. n. 39087/2004
Decreto Legislativo 42/2004 e s.m.i, “Codice dei beni culturali e del paesaggio”

Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47121 Forlì - Tel. 0543 712111 - Partita IVA: 00606620409
Redazione a cura dell'Unità Servizi Informativi, C.so Diaz, 21 - 47121 Forlì - redazione.civica@comune.forli.fc.it

Validatore HTML 4.01     Validatore CSS!     Validazione WCAG WAI-A

Note Legali | Privacy

Bussola della Trasparenza