collegati a facebook collegati a Instagram feed rss collegati a YouTube
CERCA
La Città
La Città
Forlì nella storia, statistiche, numeri utili, turismo, cultura in città...
Il Comune
Il Comune
Sindaco, Giunta, Consiglio, Bandi, Avvisi, Gare, Concorsi, Come fare per, Bilanci...
Guida ai Servizi
Guida ai Servizi
Sportelli informativi, Casa, Ambiente, Tributi, Sport, Polizia Municipale...
  Percorso di navigazione 

ADOZIONE NAZIONALE

Area / Servizio:
di Staff / Risorse Umane e Demografici

Responsabile del procedimento:
Noemi Masotti
Descrizione del procedimento
Cos'è :
La Legge 184/83 prevede tre distinte tipologie giuridiche di adozione:
1. Adozione legittimante o nazionale
2. Adozione in casi particolari
3. Adozione internazionale
1. ADOZIONE LEGITTIMANTE O NAZIONALE
L’adozione legittimante o nazionale è un provvedimento (decreto) emesso dal Tribunale dei Minorenni al termine di un procedimento e sulla base di precisi requisiti soggettivi, sia degli adottanti sia degli adottati, i quali sono bambini italiani ovvero di bambini stranieri in stato di abbandono. Questo tipo di adozione produce i seguenti effetti:
- effetto legittimante, a seguito del quale il minore acquista lo status di figlio legittimo degli adottanti, assume il cognome e se straniero acquista la cittadinanza italiana;
- effetto risolutivo, a seguito del quale si estinguono i rapporti tra l’adottato e la famiglia d’origine, fatta eccezione per i divieti matrimoniali.
Il Tribunale dei Minorenni trasmette il decreto di adozione all’Ufficiale di Stato Civile del luogo di nascita del minore per la trascrizione. Eseguita la trascrizione l’Ufficiale di Stato Civile trasmette la comunicazione all’Ufficiale d’Anagrafe al Comune di residenza del minore per i successivi adempimenti: modifica delle generalità e della paternità e maternità dell’adottato, compilazione di un nuovo cartellino individuale e di un nuovo stato di famiglia, archiviazione dei cartellini sostituiti, divieto di fornire informazione che possano far risalire allo stato di figlio adottivo o della famiglia di origine.
2. ADOZIONE IN CASI PARTICOLARI
L’adozione in casi particolari prevede requisiti e situazioni particolari degli adottanti e degli adottati. Le condizioni che caratterizzano un’adozione di minori in casi particolari sono indicate dalla legge 184/1983, la quale ammette la possibilità di adozione anche quando non vi sia dichiarazione dello stato di adattabilità del minore ed in particolare:
- quando il minore sia orfano di padre e di madre, a persone a lui legate da vincoli di parentela fino al sesto grado o comunque da un rapporto preesistente alla morte dei genitori
- al coniuge, quando il minore sia figlio, anche adottivo dell’altro coniuge
- quando il minore adottato sia orfano di entrambi i genitori e sia portatore di handicap
- quando sia impossibile l’affidamento preadottivo.
Spese a carico dell'utente :
Gli adempimenti di competenza dell’Ufficio di Stato Civile sono gratuiti.
Dove rivolgersi :
Unità Servizi Demografici - Comune di Forlì
Piazzetta della Misura, 5
Tel. 0543/712333-712250 - Fax 0543/712208
mail: servizi.demografici@comune.forli.fc.it
Dal lunedì al venerdì, dalle 8,30 alle 13.
Come si raggiunge :
Autobus con fermata in Piazza Saffi, linee 1-6
Parcheggi a pagamento in: Piazza xx Settembre, Piazza del Carmine, Piazza Guido da Montefeltro, Piazza Cavour, via Lombardini. L' ufficio é accessibile ai disabili.
Riferimenti legislativi (Normativa):
D.P.R. 3.11.2000 n. 396; Legge 4.5.1983 n. 184

Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47121 Forlì - Tel. 0543 712111 - Partita IVA: 00606620409
Redazione a cura dell'Unità Servizi Informativi, C.so Diaz, 21 - 47121 Forlì - redazione.civica@comune.forli.fc.it

Validatore HTML 4.01     Validatore CSS!     Validazione WCAG WAI-A

Note Legali | Privacy

Bussola della Trasparenza