collegati a facebook collegati a Instagram feed rss collegati a YouTube
CERCA
La Città
La Città
Forlì nella storia, statistiche, numeri utili, turismo, cultura in città...
Il Comune
Il Comune
Sindaco, Giunta, Consiglio, Bandi, Avvisi, Gare, Concorsi, Come fare per, Bilanci...
Guida ai Servizi
Guida ai Servizi
Sportelli informativi, Casa, Ambiente, Tributi, Sport, Polizia Municipale...
  Percorso di navigazione 

ADOZIONE INTERNAZIONALE

Area / Servizio:
Servizi Generali / Risorse Umane e Demografici

Responsabile del procedimento:
Noemi Masotti
Descrizione del procedimento
Cos'è :
L’adozione internazionale è l’adozione di minori stranieri da parte di persone residenti in Italia.
Gli adempimenti relativi a questo tipo di adozione variano a seconda che il Paese di origine del minore abbia ratificato o meno la Convenzione dell’Aja del 29.5.1993 o abbia comunque stipulato accordi bilaterali con l’Italia.
Possono presentarsi tre casistiche :
A. Adozione disposta con provvedimento dell'autorità di Paese aderente alla Convenzione dell'Aja prima dell'arrivo in Italia del minore: il provvedimento straniero viene riconosciuto dal Tribunale dei Minorenni che dopo aver verificato la sussistenza dei requisiti previsti dalla Convenzione (la non contrarietà all’ordine pubblico e alle norme italiane in materia di diritto delle persone e della famiglia, la presenza dell’autorizzazione all’ingresso) dichiara la conformità del provvedimento straniero e ordina all’Ufficiale di Stato Civile la trascrizione del provvedimento.
B. Adozione emessa da Paese aderente alla Convenzione dell'Aja disposta dopo l'arrivo in Italia del minore: se il provvedimento straniero è di adozione, ma deve perfezionarsi dopo l’arrivo in Italia del minore, il Tribunale dei Minorenni lo riconosce come affidamento preadottivo ed emette un proprio decreto di adozione (come se fosse un’adozione nazionale).
C. Adozione disposta da Paese non aderente alla Convenzione dell'Aja:il Tribunale dei Minorenni effettua una analisi sostanziale del provvedimento, verifica la sussistenza di diversi requisiti dell’adottato e degli adottanti e al termine di tale procedimento complesso può:
- riconoscere al provvedimento straniero gli effetti dell’adozione e in tal caso emette un decreto con cui ne dichiara l’efficacia in Italia  e ordina all’Ufficiale di Stato Civile di trascrivere il provvedimento straniero
- non riconoscere al provvedimento straniero l’efficacia di adozione ma solo di affidamento preadottivo ed emette un proprio decreto di adozione (come se fosse un’adozione nazionale).
Spese a carico dell'utente :
Gli adempimenti di competenza dell’Ufficio di Stato Civile sono gratuiti.
Dove rivolgersi :
Unità Servizi Demografici - Comune di Forlì,
Piazzetta della Misura, 5
Tel. 0543/712333-712250 - Fax 0543/712208
mail: servizi.demografici@comune.forli.fc.it
Dal lunedì al venerdì, dalle 8,30 alle 13; sabato dalle 8.30 alle 12.30.
Come si raggiunge :
Autobus con fermata in Piazza Saffi, linee 1-6
Parcheggi a pagamento in: Piazza XX Settembre, Piazza del Carmine, Piazza Guido da Montefeltro, Piazza Cavour, Via Lombardini. L' ufficio é accessibile ai disabili.
Riferimenti legislativi (Normativa):
D.P.R. 3.11.2000 n. 396; Legge 4.5.1983 n. 184

Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47121 Forlì - Tel. 0543 712111 - Partita IVA: 00606620409
Redazione a cura dell'Unità Servizi Informativi, C.so Diaz, 21 - 47121 Forlì - redazione.civica@comune.forli.fc.it

Validatore HTML 4.01     Validatore CSS!     Validazione WCAG WAI-A

Note Legali | Privacy

Bussola della Trasparenza