collegati a facebook collegati a Instagram feed rss collegati a YouTube
CERCA
La Città
La Città
Forlì nella storia, statistiche, numeri utili, turismo, cultura in città...
Il Comune
Il Comune
Sindaco, Giunta, Consiglio, Bandi, Avvisi, Gare, Concorsi, Come fare per, Bilanci...
Guida ai Servizi
Guida ai Servizi
Sportelli informativi, Casa, Ambiente, Tributi, Sport, Polizia Municipale...
  Percorso di navigazione 

RICONOSCIMENTO SENTENZE STRANIERE

Area / Servizio:
di Staff / Affari Generali e Risorse Umane

Responsabile del procedimento:
Noemi Masotti
Descrizione del procedimento
Cos'è :
In Italia la sentenza è un provvedimento emanato dal giudice allo scopo di risolvere un conflitto, ristabilire un diritto, imporre un risarcimento, in ogni caso è un provvedimento del giudice.
Vengono invece considerate sentenze straniere anche i provvedimenti emanati da autorità non avente natura giurisdizionale, ma che svolge anche funzioni giurisdizionali e il provvedimento ha le stesse caratteristiche sostanziali della sentenza emessa in Italia da un Giudice.
In passato le sentenze straniere erano delibate dalla Corte d’Appello, la quale stabiliva se queste potevano essere riconosciute nel nostro ordinamento.
La legge 218/95 ha attribuito questa competenza all’Ufficiale di Stato Civile, il quale deve quindi verificare se tali provvedimenti stranieri hanno i requisiti per essere riconosciuti validi e quindi trascritti in Italia.
La normativa che l’Ufficiale di Stato Civile deve applicare per valutare la riconoscibilità o meno della sentenza straniera nel nostro ordinamento varia in funzione dell’oggetto della stessa e del Paese in cui è stata emessa. Esistono infatti Regolamenti Comunitari per i Paesi UE e Convenzioni Internazionali che disciplinano tale materia.
Come si richiede :
La sentenza straniera deve essere presentata dall’interessato direttamente o tramite un procuratore munito di apposita delega, oppure può essere trasmessa dall’Autorità Consolare all’Ufficiale di Stato Civile competente. Per esempio:
- in caso di sentenza di separazione o divorzio è competente l’Ufficiale di Stato Civile del Comune presso il quale è stato celebrato o trascritto l’atto di matrimonio.
- in caso di sentenza di disconoscimento/riconoscimento di paternità è competente l’Ufficiale di Stato Civile del Comune di residenza o di iscrizione all’Anagrafe degli Italiani residenti all’Estero dell’interessato.
La sentenza, così come qualsiasi altro documento proveniente dall’estero, deve essere tradotta in lingua italiana, con la certificazione di conformità al testo straniero rilasciata dall’Autorità Consolare o da un traduttore ufficiale, la cui firma deve essere legalizzata dalla stessa Autorità Consolare.
Inoltre deve essere presentata nella versione integrale e legalizzata dall’Autorità Consolare competente, salvo specifiche Convenzioni o Regolamenti Comunitari in materia.
Spese a carico dell'utente :
Nessuna.
Dove rivolgersi :
Unità Servizi Demografici - Comune di Forlì
Piazzetta della Misura, 5
Tel. 0543/712333-712250 - Fax 0543/712208
mail: servizi.demografici@comune.forli.fc.it
Dal lunedì al venerdi' dalle 8.30 alle 13.00.
Come si raggiunge :
Autobus con fermata in Piazza Saffi, linee 1-6
Parcheggi a pagamento in: Piazza xx Settembre, Piazza del Carmine, Piazza Guido da Montefeltro, Piazza Cavour, via LombardiniL' ufficio é accessibile ai disabili.
Riferimenti legislativi (Normativa):
D.P.R. 3.11.2000 N.396; Legge 31.05.1995 n. 218

Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47121 Forlì - Tel. 0543 712111 - Partita IVA: 00606620409
Redazione a cura dell'Unità Servizi Informativi, C.so Diaz, 21 - 47121 Forlì - redazione.civica@comune.forli.fc.it

Validatore HTML 4.01     Validatore CSS!     Validazione WCAG WAI-A

Note Legali | Privacy

Bussola della Trasparenza