CONTRIBUTO REGIONALE PER L'ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE IN EDIFICI PRIVATI (L. 13 del 09/01/1989 e D.G.R. n. 171 del 17/02/2014) - Comune di Forlì (FC)

guida ai servizi - Comune di Forlì (FC)

CONTRIBUTO REGIONALE PER L'ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE IN EDIFICI PRIVATI (L. 13 del 09/01/1989 e D.G.R. n. 171 del 17/02/2014)

Codice interno: Aggiornato
Responsabile del procedimento: Fuzzi Ermes
  • Unità organizzativa responsabile dell’istruttoria: Disabili

  • Responsabile dell'ufficio: Tiberia Garoia
  • Ufficio competente all'adozione del provvedimento finale: Disabili

  • Responsabile dell'ufficio: Tiberia Garoia
Cos'è:

E' un contributo a fondo perduto che il Comune, ai sensi della L. 13/89, eroga con fondi regionali per opere direttamente finalizzate al superamento e/o alla eliminazione di barriere architettoniche in edifici privati.

Le domande debbono riguardare lavori ancora da eseguire.



Le richieste non possono riguardare interventi finanziati da altre leggi nazionali o regionali.

Sono fatte salve le agevolazioni fiscali e le detrazioni previste dalla legislazione vigente.

Dal 2002 lo Stato non finanzia più la L.13/89 e la Regione ER stanzia propri fondi con L.R. 8 agosto 2001, N. 24 (art.56) poi modificata dalla L.R. 13 dicembre 2013, n. 24 (art.33) fino al D.G.R. N: 171 del 17/02/2014 che ha introdotto la possibilità di accesso ai fondi regionali con presentazione del modello ISEE ORDINARIO del nucleo di appartenenza del disabile.


Chi può richiederlo:

Chi può richiederlo


A chi è destinato:

Per quali interventi è possibile presentare domanda

Tra le tipologie più comuni di intervento sono finanziabili:

- nelle parti comuni dello stabile: installazione di rampe, ascensori, elevatori, servoscala.

- all'interno degli appartamenti: adeguamento dei locali igienici, allargamento di porte, lavori edilizi per aumentare la fruibilità dell’abitazione.

Se i lavori interessano le parti comuni è necessario chiedere autorizzazione all’Assemblea condominiale.

Parimenti se l’abitazione è in affitto è necessario chiedere autorizzazione al proprietario.



L. 13 e rapporti con il Condominio


Modalità di Attivazione: A domanda
Come si richiede :

La domanda deve essere presentata al Comune di residenza su apposito modulo prima di dare inizio ai lavori e deve essere firmata dalla persona disabile interessata o da chi ne esercita la potestà/tutela.

Nel caso se ne accolli gli oneri economici deve essere controfirmata anche dall’Amministratore per conto del Condominio.

Ottenuti i fondi dalla Regione erogano i contributi fino ad esaurimento dei fondi disponibili e tenendo conto della graduatoria, richiedono agli interessati la documentazione fiscale degli interventi realizzati.



Documenti da allegare alla domanda


Tempi:

La domanda può essere presentata in qualsiasi momento dell’anno; al 1 marzo di ogni anno i Comuni raccolgono le domande ricevute e stilano la graduatoria che ricomprende anche le domande degli anni precedenti che non hanno potuto essere finanziate per mancanza di fondi.



Entità dei contributi e graduatorie


Spese a carico dell'utente:

Marca da bollo da euro 16,00.


Dove rivolgersi:

Per informazioni e consegna delle domande si riceve solo su appuntamento:
CAAD - via Tina Gori, 58 - Tel. 0543 712685 fax 0543 30449. (lunedì 9-12, martedì 15,30-17,30.
Il modulo privacy va compilato e firmato pena l'impossibilità dell'avvio del procedimento amministrativo.

Per consulenze il CAAD risponde alle richieste solo su appuntamento:
Ufficio distaccato c/o Ospedale Morgagni Pierantoni, Padiglione Allende, 1° piano, tel 0543 731810, venerdì 8,30-12,30 - info.caad@comune.forli.fc.it
Nei periodi di chiusura delle sedi CAADl'utenza può rivolgersi allo Sportello Sociale in Via Leone Cobelli 31 Forlì - tel.712888

 


  • Soggetto titolare del potere sostitutivo in caso di inerzia
  • Titolare del potere sostitutivo: Segretario Generale
Come si raggiunge:

Linea n. 2 con fermata su  Viale dell'Appennino in prossimità del Centro Commerciale Ravaldino

Linee n. 2 e 3  con fermata nel parco dell'Ospedale Morgagni Pierantoni. Seguire le indicazioni interne per Pad. Allende (primo piano, Galleria "Beni della Salute"). Si può parcheggiare all’esterno gratuitamente o all’interno del parco dell’Ospedale con obbligo di esposizione di permesso AUSL da richiedere alla portineria.
Si consiglia la consultazione della mappa dei servizi di Start Romagna della città di Forlì

Documenti da presentare:

 

Riferimenti legislativi (Normativa):

L. 13 del 1989, L.R. 8 agosto 2001, N. 24 (art.56), L.R. 13 dicembre 2013, n. 24 (art.33), D.G.R. n. 171 del 17/02/2014.


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (5 valutazioni)