ORTI URBANI - Comune di Forlì (FC)

guida ai servizi - Comune di Forlì (FC)

ORTI URBANI

Codice interno: Aggiornato
Responsabile del procedimento: Nadia Bertozzi
  • Unità organizzativa responsabile dell’istruttoria: Famiglie, Comunità e Partecipazione

  • Responsabile dell'ufficio: Bertozzi Nadia
  • Ufficio competente all'adozione del provvedimento finale: Famiglie, Comunità e Partecipazione

  • Responsabile dell'ufficio: Bertozzi Nadia
Cos'è:

Il Comune mette a disposizione dei cittadini delle aree coltivabili per orti urbani (attualmente 710); la gestione degli orti è affidata alle Associazioni Anziani presenti sul territorio.

Nel territorio comunale sono presenti le seguenti Zone Ortive:

via Isonzo ai confini con il Parco della Pace,

via Bengasi,

via Calamandrei,

via Servadei-Pieveacquedotto,

via Pasqualini-Roncadello,

Avio Superficie-Villafranca,

via Tavollo,

via Silvestroni,

Via Cà Rossa,

via Campo degli Svizzeri,

via Ponte Rabbi,

via G. Olivieri-San Martino in Strada,

v.le dell'Appennino-Cà Ossi,

via Dragoni,

via Campo degli Svizzeri,

via Orfeo da Bologna,

via Verzocchi-Pievequinta.


A chi è destinato:

I requisiti generali per l’assegnazione di un orto urbano sono i seguenti:

- essere residenti nel Comune di Forlì;

- non avere il godimento di altro terreno coltivabile, pubblico o privato, né svolgere attività di coltivazione su fondi appartenenti, a qualsiasi titolo, a familiari o terzi nel territorio comunale;

- essere in grado di provvedere direttamente alla coltivazione dell'orto assegnato;

aver compiuto 60 anni o essere componente di un nucleo familiare vulnerabile coinvolti in percorsi di inserimento o reinserimento lavorativo.

In graduatoria sarà data priorità ai richiedenti con condizioni economiche o sociali del nucleo familiare più svantaggiate.



Sono possibili, inoltre, ulteriori assegnazioni volte a favorire quanto l'incontro fra generazioni, competenze e culture. A tal fine e per promuovere la conoscenza e la valorizzazione delle tecniche di coltivazione nelle nuove generazioni, anche coinvolgendo persone con abilità e competenze diverse, il nuovo Regolamento prevede:

- l'assegnazione di orti a famiglie e ortisti singoli (purchè maggiorenni);

- l'assegnazione di aree ortive in "gestione collettiva" (per gruppi di famiglie, scuole, associazioni) al fine di promuovere progressivamente l'idea di un'orticoltura condivisa

- la possibilità per le Associazioni del territorio impegnate sulla tematica in oggetto, di contribuire alla graduale qualificazione del complesso di Aree ortive e Orti urbani di cui la città dispone, presentando eventi e progetti volti a sensibilizzare e coinvolgere bambini e insegnanti, famiglie e cittadini, incentivando in tal modo l'attenzione alla produzione e al consumo di prodotti territoriali, a una sana alimentazione, allo sviluppo sostenibile e alla valorizzazione della biodiversità.


Modalità di Attivazione: A domanda
Come si richiede :

Ogni anno, di norma entro il mese di gennaio, viene pubblicato il bando che precisa le modalità per presentare domanda. La graduatoria sarà formulata in base all'ordine di arrivo delle domande; successivamente, qualora rimanessero degli orti liberi, potrà essere riaperta la facoltà di fare domanda, fino al 31 ottobre. La domanda deve essere presentata on line direttamente sul sito del Comune.


Spese a carico dell'utente:

L'assegnazione è gratuita. E' richiesta un'assicurazione a copertura dell'attività svolta, di norma prevista nelle tessere soci delle Associazioni Anziani.


Dove rivolgersi:

Unità Famiglie, Comunità e Partecipazione - Segreteria Unità Partecipazione - P.zza Saffi 8 - Comune di Forlì
mail: unita.partecipazione@comune.forli.fc.it
Tel. 0543 712299/2256  
Ricevimento: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9.00 alle 13.00; giovedì dalle 15.30 alle 17.30.


  • Soggetto titolare del potere sostitutivo in caso di inerzia
  • Titolare del potere sostitutivo: Segretario Generale
Come si raggiunge:

Autobus con fermata in P.zza Saffi, linee 1A/2/3/4. Parcheggi: P.zza XX Settembre, P.zza del Carmine, P.zza Guido da Montefeltro, P.zza Cavour, Via Lombardini (a pagamento). L'Ufficio è accessibile ai disabili tramite ascensore, entrata B della Residenza comunale, P.zza Saffi, 8.

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (8 valutazioni)