AUTORIZZAZIONE OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO TEMPORANEA - Comune di Forlì (FC)

Guida ai servizi - Comune di Forlì (FC)

AUTORIZZAZIONE OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO TEMPORANEA

Codice interno
Aggiornato
Responsabile del procedimento:

Carlo Bertuccioli

Unità organizzativa responsabile dell’istruttoria : Segreteria e Autorizzazioni

Responsabile dell'ufficio
Tiziana Sabetta

Ufficio competente all'adozione del provvedimento finale : Gestione Autorizzazioni

Responsabile dell'ufficio
Tiziana Sabetta
Cos'è

Per occupazione di suolo pubblico, o comunque soggetto ad uso pubblico, si intende l'utilizzo temporaneo di un'area o di uno spazio appartenenti al patrimonio comunale. Le tipologie di occupazione di suolo pubblico sono:

Temporanee:
Ponteggi, attrezzature, cantieri edili; Installazione di gru; Posizionamento veicoli (a scopo di cantiere, carico/scarico, esposizione, food truck); Attrezzature per spettacoli viaggianti e circensi (SOLO suolo pubblico, NON licenza di spettacolo); Tavoli raccolta firme e/o fondi e distribuzione di materiale informativo; Traslochi e depositi di materiale; Gara / manifestazione sportiva; Eventi; Luminarie.

Non temporanee:
Piattaforme per esercizi pubblici compresi tavolini, sedie e ombrelloni (DEHORS); Fioriere e simili; Distributori automatici di tabacchi e simili non fissi al fabbricato; Portabiciclette e strutture varie; Esposizione di merce all’esterno di negozi.
 

Le misure straordinarie a favore dei dehors sono prorogate dal 31 marzo al 15 novembre 2022, per maggiori informazioni consultate l'allegato "Misure straordinarie dehors 2022 - DGC 91_2022"

A chi è destinato

Pubblici esercizi, imprese edili, privati cittadini; in generale, a chi fa richiesta.

Modalità di Attivazione:
A domanda
Come si richiede 

Prima di effettuare l’occupazione di suolo pubblico è necessario presentare domanda e ricevere la Concessione, nonché pagare tutti gli importi dovuti (vedi alla voce “Spese utente”).

La domanda deve essere presentata:

Per presentare la domanda è necessario compilare e inviare il Modulo richiesta occupazione suolo pubblico, insieme a tutti gli allegati (riportati nello stesso modulo, relativi alla tipologia di occupazione).

La Concessione viene poi spedita esclusivamente tramite PEC all’indirizzo di posta riportato sul modulo/usato per inviare la domanda, e viene inviata da:

  • il presente Ufficio, in caso di occupazione esente dal pagamento del Canone unico (vedi alla voce “Spese utente”);
  • la società ICA srl, dopo aver pagato il Canone unico, in tutti gli altri casi.
Spese a carico dell'utente:

Le spese a carico dell’utente sono:

  1. Marche da bollo
    Sono due, dell’importo di € 16.00 l’una, la prima per il deposito dell’atto e la seconda per il ritiro della Concessione. Vanno pagate tramite F23 oppure apposte sulla “Dichiarazione sostitutiva marca da bollo”, e allegate alla domanda. Sono esentati dal pagamento delle marche da bollo (vedi DPR 642/1972):
    - banchetti a fini politici durante il periodo di campagna elettorale o in caso di Referendum;
    - banchetti organizzati da enti del Terzo settore per come definiti dagli artt. 4 e 45 del D. Lgs. 117/2017, ai sensi dell'art. 82 del medesimo Decreto;

  2. Canone patrimoniale di occupazione suolo pubblico
    L’occupazione di suolo pubblico è onerosa. Il Canone di occupazione suolo pubblico è regolato dall’apposito Regolamento Comunale (Del. C. C. 26/04/2021, n. 38) sulla base della normativa vigente. La riscossione di tali imposte è affidata ad ICA tributi S.p.a.
    I principali casi di esenzione al pagamento del Canone sono riportati nel Regolamento per l’applicazione del canone patrimoniale soprarichiamato, all’articolo 45.
    Attualmente, e fino all’annualità 2022, sono esentati dal pagamento del canone:

  3. I dehors (Del. C.C. 126/2019);

  4. I cantieri in centro storico per la riqualificazione edilizia (Del. C.C. 59/2020 e Del. G. C. 428/2020), laddove per centro storico si intende tutta l’area cittadina inclusa all’interno dei viali (vedi la Mappa).

  1. Deposito cauzionale
    Per i cantieri di durata superiore ai 30 giorni viene chiesto il versamento di un deposito cauzionale, poi svincolato al termine dell’occupazione dopo che sia stato accertato che il suolo pubblico non è stato danneggiato. Le istruzioni per il pagamento e l’importo vengono forniti dopo la presentazione dell’istanza, sempre via PEC.

 

Tempi

Ai sensi della Legge 7 agosto 1990 n. 241, art. 2, il termine massimo per la conclusione del procedimento amministrativo è di 60 giorni.
Consigliamo di presentare la domanda di autorizzazione 15 giorni prima della data prevista di occupazione.
Nel caso di occupazioni che necessitino il parere vincolante di un altro ente (es. Soprintendenza) è necessario tenere conto dei tempi di risposta di quest’ultimo.

Dove rivolgersi

Servizio Infrastrutture Mobilità Verde - Comune di Forlì - Unità Gestione Autorizzazioni
Piazza Aurelio Saffi 8 (ingresso sulla destra)
Mail ufficioosp@comune.forli.fc.it
Telefono: 0543 712401

Orari di risposta telefonica:

  • lunedì, martedì, mercoledì, giovedì, venerdì: 8:30 – 10:30.

A breve verrà implementato un sistema di prenotazioni on-line

 

Soggetto titolare del potere sostitutivo in caso di inerzia

Titolare del potere sostitutivo
Segretario Generale
Come si raggiunge

Autobus con fermata in Piazza Saffi, linee 1, 2,3,4.
Parcheggi a pagamento in: Piazza Guido da Montefeltro, Piazza XX Settembre.
L'ufficio è situato al terzo piano, ingresso da via delle Torri, 3

Normativa di riferimento

 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (96 valutazioni)