Versamenti - Comune di Forlì (FC)

Tasse e Tributi | IMU - Imposta Municipale Propria | Versamenti - Comune di Forlì (FC)

Versamenti

L’IMU è un’imposta versata in autoliquidazione da parte del contribuente, che calcola e versa quanto dovuto.

 

L'imposta è dovuta per anni solari proporzionalmente alla quota e ai mesi dell'anno nei quali si è protratto il possesso (art. 1, comma 761, della legge n. 160 del 2019). A tal fine:

  • il mese durante il quale il possesso si è protratto per più della metà dei giorni di cui il mese stesso è composto è computato per intero;
  • il giorno di trasferimento del possesso si computa in capo all'acquirente e l'imposta del mese del trasferimento resta interamente a suo carico nel caso in cui i giorni di possesso risultino uguali a quelli del cedente.

 

L’IMU deve essere versata in due rate (art.1 comma 762, della legge n. 160 del 2019):

  • la prima rata deve essere corrisposta entro il 16 giugno di ciascun anno ed è pari all'imposta dovuta per il primo semestre applicando l'aliquota e la detrazione dei dodici mesi dell'anno precedente;
  • la seconda rata, a saldo dell’imposta dovuta per l’intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata, deve essere versata entro il 16 dicembre di ciascun anno sulla base della delibera di approvazione delle aliquote e del regolamento pubblicati sul sito www.finanze.gov.it .

 

La proroga dei termini di versamento delle suddette rate può essere disciplinata esclusivamente tramite interventi legislativi o mediante delibera comunale (ai sensi dell’art. 19 del Regolamento Generale delle Entrate Tributarie).

 

È possibile effettuare il pagamento in un’unica soluzione annuale entro il 16 giugno dell’anno di riferimento.

 

E’ altresì possibile versare tardivamente il tributo dovuto attivando una particolare procedura di regolarizzazione volontaria, denominata “ravvedimento operoso”, che prevede l’applicazione di una sanzione ridotta (rispetto a quella che avrebbe applicato l’Ufficio nell’avviso di accertamento) ed interessi moratori.

 

Occorre, però, che la regolarizzazione avvenga:

  • prima che l’Ufficio abbia formalmente comunicato al contribuente che sono in corso verifiche, controlli o ispezioni relativamente alla sua posizione fiscale;
  • prima che l’Ufficio abbia notificato al contribuente gli avvisi di accertamento attraverso i quali viene contestato l’inadempimento fiscale se non vi è stata la comunicazione di cui al punto precedente.

 

Guida al ravvedimento operoso

 

Come effettuare i pagamenti

Il versamento dell’IMU deve essere effettuato esclusivamente tramite una delle seguenti modalità (art. 1, comma 765, della legge n. 160 del 2019):

  • modello F24;
  • bonifico estero per i soggetti residenti all’estero impossibilitati al versamento tramite F24 Come fare in caso di errori di digitazione in fase di versamento Informativa versamenti dall’estero

 

Come fare in caso di errori di digitazione in fase di versamento

Versamenti dall'estero

MEF - Problematiche relative a rimborsi e conguagli di somme versate al Comune o allo Stato - Risoluzione

 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (0 valutazioni)