AUTORIZZAZIONE OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO TEMPORANEA - Comune di Forlì (FC)

Guida ai servizi - Comune di Forlì (FC)

AUTORIZZAZIONE OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO TEMPORANEA

Codice interno
Aggiornato
Responsabile del procedimento:

Carlo Bertuccioli

Unità organizzativa responsabile dell’istruttoria : Segreteria e autorizzazioni

Responsabile dell'ufficio
Tiziana Sabetta

Ufficio competente all'adozione del provvedimento finale : Gestione Autorizzazioni

Responsabile dell'ufficio
Tiziana Sabetta
Cos'è

Per occupazione di suolo pubblico, o comunque soggetto ad uso pubblico, si intende l'utilizzo temporaneo di un'area o di uno spazio aperti all'utilizzo da parte di tutti, sia di proprietà del Comune che gravata da servitù di uso pubblico.

L'ufficio rilascia concessioni per: posizionamento di ponteggi, attrezzature e depositi di materiale, cantieri edili, gru; posizionamento di veicoli a scopo di cantiere, per carico/scarico, traslochi, esposizione, food truck; posizionamento di attrezzature per spettacoli viaggianti e circensi; tavoli raccolta firme e/o fondi e distribuzione di materiale informativo; autorizzazione per gare ciclistiche o manifestazioni sportive su strada; aree per eventi; posizionamento di luminarie (vedi modulo apposito fra gli allegati); realizzazione di Dehors (con esclusione di chioschi permamenti o Piadinerie); elementi di arredo urbano (fioriere, rastrelliere portabiciclette etc.); distributori automatici di tabacchi e simili non fissi al fabbricato; espositori di merce all’esterno di negozi.

Nota Bene: l'ufficio rilascia solo l'autorizzazione all'occupazione del suolo pubblico.

A chi è destinato

Pubblici esercizi, imprese edili, privati cittadini; in generale, a chi fa richiesta.

Modalità di Attivazione:
A domanda
Come si richiede 

La domanda deve essere presentata:

Per presentare la domanda è necessario compilare il Modulo richiesta occupazione suolo pubblico (vedi fra gli allegati) in ogni sua parte, insieme a tutti gli allegati (riportati sul modulo stesso nella terza pagina). In caso di istanza incompleta, viene richiesto di inviare la documentazione mancante.

ATTENZIONE: non è previsto l'istituto del silenzio assenso; si può effettuare l'occupazione solo dopo la valutazione positiva da parte dell'ufficio ed il ricevimento dell'atto di Concessione o l'ordinanza. Le occupazioni effettuate senza Concessione sono a tutti gli effetti abusive e sanzionate di conseguenza.

La Concessione viene spedita tramite PEC all’indirizzo di posta utilizzato per fare la domanda oppure a quello riportato sul modulo.

Spese a carico dell'utente:

Le spese a carico dell’utente sono:
 

  1. Marche da bollo
    La presentazione dell'istanza prevede il pagamento di marche da bollo, salvo che il richiedente benefici dell'esenzione ai sensi di legge, vedi DPR 642/1972, (ad esempio ASD sportive dilettantistiche, Enti del terzo settore regolarmente iscritti all'apposito registro RUNTS, banchetti politici durante i periodi di campagna elettorale/referendaria etc.).
    Sono due, dell’importo di € 16.00 l’una, la prima per il deposito dell’atto e la seconda per il ritiro della Concessione. Vanno pagate tramite F23 oppure apposte sulla “Dichiarazione sostitutiva marca da bollo” (vedi fra gli allegati), e allegate alla domanda.
     

  2. Canone patrimoniale di occupazione suolo pubblico
    L’occupazione di suolo pubblico è onerosa.
    La Concessione viene rilasciata solo dopo che il richiedente ha provveduto a pagare il Canone, la cui riscossione è affidata alla società ICA tributi S.p.a.. I principali casi di esenzione al pagamento del Canone sono riportati nel Regolamento per l’applicazione del canone patrimoniale soprarichiamato, all’articolo 45. Inoltre, per le annualità 2023 – 2024, è in vigore l'esenzione per i chioschi permanenti ed i dehors (vedi D.C.C. 22 dicembre 2022, n. 83).
    Per la disciplina del Canone si veda l'apposito Regolamento (vedi la Normativa di riferimento al termine della pagina).
     

  3. Deposito cauzionale
    Per i cantieri di durata superiore ai 30 giorni viene chiesto il versamento di un deposito cauzionale, poi svincolato al termine dell’occupazione dopo aver accertato che il suolo pubblico non è stato danneggiato. Le istruzioni per il pagamento e l’importo vengono forniti dopo la presentazione dell’istanza, sempre via PEC..

Tempi

Ai sensi della Legge 7 agosto 1990 n. 241, art. 2, il termine massimo per la conclusione del procedimento amministrativo è di 60 giorni, salvo interruzioni o necessità di pareri esterni (ad es. Soprintendenza).
Consigliamo di presentare la domanda di autorizzazione 15 giorni prima della data prevista di occupazione.
Per maggiori informazioni si veda l'Allegato C del Codice II del Comune di Forlì - Termine di conclusione dei procedimenti amministrativi.

Dove rivolgersi

Servizio Infrastrutture Mobilità Verde - Comune di Forlì - Unità Gestione Autorizzazioni
Piazza Aurelio Saffi 8 (ingresso sulla destra)
Mail ufficioosp@comune.forli.fc.it
Telefono: 0543 712401

Ricevimento al pubblico: lunedì e venerdì 8:30 – 10:30

Per parlare telefonicamente con i tecnici: dal lunedì al venerdì  8:30 – 10:30

 

Soggetto titolare del potere sostitutivo in caso di inerzia

Titolare del potere sostitutivo
Segretario Generale
Come si raggiunge

Autobus con fermata in Piazza Saffi, linee 1A 2,3,4.
Parcheggi a pagamento in: Piazza Guido da Montefeltro, Piazza XX Settembre.
L'ufficio è situato al terzo piano, ingresso da via delle Torri, 3

Normativa di riferimento

 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (185 valutazioni)